Cerca rivenditori
compo image

Termini di ricerca frequenti

Cerca rivenditori
  1. COMPO
  2. COMPOmagazine
  3. Piante dalla A alla Z
  4. Erbe aromatiche, frutta e ortaggi
  5. Pianta di Fragole: cura, coltivazione e concimazione

Scheda informativa

Fragole

compo image

Esigenze

Annaffiatura:
abbondante
Luce:
Sole/mezz'ombra
Cura:
minima

Periodo di raccolta

Caratteristiche

Campo di applicazione:
Aiuole, bordure
Altezza di crescita:
15-25 cm
Colore dei fiori:
Bianco

Piantare correttamente

Piantare le fragole

Esposizione:

Le fragole (Fragaria) sono piante perenni che non appartengono botanicamente alle bacche, ma sono falsi frutti o frutti aggregati. Sono adatti per quasi tutti i climi. I luoghi soleggiati consentono una produzione di frutti particolarmente dolci. Ma anche in penombra è possibile ottenere una buona resa e un buon gusto. In un terreno soffice, leggero (sabbioso) con molto humus, le fragole vivono al meglio. Non amano invece terreni compatti, tendenti alla formazione di acqua stagnante.

Piantagione:

Il periodo migliore per piantare le fragole è tra luglio e agosto. Periodi più avanti nel tempo comportano una raccolta più scarsa per il primo anno, perché nell’anno di messa a dimora si formano già i getti per la fioritura della primavera successiva. Con piante trattate in modo particolare (frigoconservate) è possibile una piantagione anche primaverile. Il primo raccolto potrà quindi anche essere effettuato nello stesso anno.

Smuovere il terreno quanto più in profondità possibile e disporre esclusivamente piante di qualità invasate. Perché un buon pane di terra è una condizione importante per una rapida crescita e un raccolto abbondante. Consigliamo di arricchire la buca per la pianta con il nostro terriccio universale. In questo modo si avrà uno sviluppo migliore della pianta giovane. La distanza di impianto, a seconda dalla varietà e della crescita, è di 25-30 cm (in caso di doppia fila, 50-60 cm). Piantare le piante ad una profondità che consenta alla parte centrale di stare sopra la superficie del terreno e alle radici di non essere piegate. Quindi, annaffiare abbondantemente e nelle settimane successive mantenere umido per favorire l’ulteriore sviluppo delle radici.

Il nostro CONSIGLIO

È meglio raccogliere le fragole al mattino. Sarà possibile evitare di lasciare segni di pressione perché le fragole saranno ancora fresche.

Mantenere correttamente

La cura delle fragole

Irrigazione:

I terreni sabbiosi devono essere annaffiati più spesso, soprattutto nei periodi di scarse precipitazioni. Ciò vale soprattutto per le nuove piante messe a dimora, in modo che abbiano a disposizione acqua sufficiente per il loro sviluppo. Neanche alle piante più vecchie dovrebbe mancare l’acqua dalla fioritura alla raccolta finale. Per evitare che le piante marciscano, poco prima e durante il periodo della raccolta, si dovrebbe annaffiare possibilmente entro mezzogiorno, in modo che i frutti si asciughino prima di sera.

Concimazione:

Per fare in modo che le fragole diventino frutti sani e gustosi, hanno bisogno di un regolare apporto di sostanze nutritive bilanciate in modo appropriato, secondo le loro esigenze. I nostri concimi per piccoli frutti soddisfano tali requisiti. Il contenuto di potassio migliora il gusto e promuove la resistenza alle malattie e ai parassiti.

Per le nuove piante messe a dimora, la prima concimazione dovrebbe avvenire al momento della piantagione, a luglio o agosto, la concimazione successiva a metà settembre. Utilizzando un concime a lunga durata, è sufficiente un'unica applicazione dopo la messa a dimora a luglio o agosto.

Per le piante di fragola già esistenti, il momento più importante per concimare è dopo la raccolta. Questa inizia a maggio e, a seconda della varietà e del clima, può continuare fino all'autunno. Ora le piante sono particolarmente esauste, e hanno disperatamente bisogno di un rifornimento di sostanze nutritive. È l'unico modo per rigenerare velocemente e formare tanti getti per fiori per l’anno successivo.

Potatura:

Dopo la raccolta, possono essere tagliate con una forbice tutte le foglie vecchie, escluse le 2-3 centrali. Le foglie spesso infestate da funghi e acari non devono essere smaltiti nel compostaggio, ma eccezionalmente nei rifiuti organici, fuori dal giardino. Questa potatura non solo riduce gli attacchi dei parassiti e le malattie, ma promuove anche la preparazione dei fiori per la raccolta dell’anno successivo.

compo image
Quotemark

Messa a dimora professionale con uno strato di pacciame.

Uno strato di pacciamatura promuove una crescita più rapida, consentendo di anticipare l’inizio della raccolta. Un altro vantaggio: i frutti rimangono puliti e asciutti quando piove più fitto - e questo riduce il rischio che le piante marciscano.

RENE WADAS, il medico delle piante

Condividi

compo image

Grandi premi ti aspettano!

Acquista un sacco di terriccio e vinci.

Segui COMPO anche su:

Scopri di più su