Cerca rivenditori
compo image

Termini di ricerca frequenti

Cerca rivenditori
compo image

UN SEGNO DI PRIMAVERA QUANDO ANCORA È INVERNO

Fai sbocciare i giacinti in un vasetto!

Gennaio e febbraio sono grigi e freddi; il desiderio di primavera è intenso. Per trovare un segno di risveglio sotto i tuoi occhi, in attesa che in terrazzo e in giardino compaiano le prime fioriture primaverili, puoi coltivare i giacinti forzando i tempi della loro fioritura: li avrai in fiore nel cuore dell’inverno, generosi di colore e incredibilmente profumati. Un grande regalo di ottimismo e speranza anche quando la primavera sembra troppo lontana!

Come coltivare i giacinti in un vasetto senza terra

COSA OCCORRE

  • Un vasetto in vetro specifico per bulbi oppure un vecchio barattolo in vetro con imboccatura non troppo larga (il bulbo deve poter rimanere sospeso senza cadere in fondo al barattolo
  • Bulbi di giacinto, meglio se pregermogliati
  • Un foglio di carta robusta o cartoncino
  • Colla (oppure una pinzatrice)
  • Acqua

La forzatura dei fiori di giacinto, una tecnica molto antica

Coltivare i giacinti nell'acqua è una tecnica che vanta una lunga tradizione. L’uso di ottenere fiori da questo bulbo molto generoso e resistente, coltivandolo in un vasetto di vetro, risale al 18° secolo, e furono ovviamente gli olandesi a trovare idee per ottenere un aspetto particolarmente decorativo; i vasetti utilizzati nei secoli scorsi sono veri e propri oggetti da collezione d’antiquariato, e sono stati persino scritti libri su di loro. Questi vasi per bulbi hanno una forma particolare, si allargano alla sommità per sostenere bene il bulbo senza che questo tocchi l’acqua; questo impedisce la formazione di muffa o marciume. Tuttavia, se non trovi uno speciale vasetto per bulbose, puoi in alternativa utilizzare un normale barattolo di vetro e fissare il bulbo con un filo, in modo che non tocchi direttamente l'acqua.

compo image
compo image
compo image
Bulbi giacinto

Di quanta acqua ha bisogno il giacinto nel vasetto?

COME SI FA

Di quanta acqua ha bisogno il giacinto nel vasetto?

Se il bulbo non ha ancora radici, riempi il vasetto con acqua finché la base del bulbo non arriva a sfiorarla. L'acqua piovana è la scelta migliore. Quando le radici si sono formate, dopo alcune settimane, il livello dell’acqua dovrà essere più basso. Il fondo del bulbo dovrebbe restare asciutto, proprio per questo motivo si consiglia uno speciale vasetto da giacinti. In caso contrario, il bulbo rischia di marcire. È meglio riempire il vaso in modo che ci sia ancora mezzo centimetro di spazio tra il bulbo e l'acqua. L’umidità che evapora gradualmente è sufficiente per mantenere sempre correttamente umido il bulbo.

Inoltre, il tuo giacinto sarà felice se trova acqua fresca e pulita. Si consiglia pertanto di cambiare l'acqua quotidianamente, il che consente di tenere il vasetto sempre ben pulito, e si previene la marcescenza. 

Perché il bulbo deve sentire il freddo?

Affinché il giacinto possa formare i suoi bellissimi fiori, è particolarmente importante che il bulbo senta il freddo, proprio come avviene in natura: dopo l’inverno, quando il gelo abbandona il terreno, i giacinti e gli altri bulbi a fioritura precoce (narcisi, crochi…) sentono che è giunto il momento di emettere i germogli. Per facilitare la loro cura e ridurre i tempi di attesa per le radici, puoi acquistare bulbi di giacinto pretrattati, “forzati”. Significa che hanno subito un periodo a basse temperature, e hanno abbastanza energia per abbellire la tua casa con fiori colorati entro poche settimane. Con i bulbi di giacinto senza trattamento a freddo, dovrai dare alla pianta lo stimolo appropriato. È meglio mettere il bulbo nel suo vasetto in un luogo fresco (garage, cantina…). Dopo otto o dodici settimane, si saranno formate le radici; è quindi necessario iniziare a fine autunno o inizio dicembre per poter vedere la fioritura da fine gennaio in poi, ad esempio, sul davanzale di una finestra luminosa.

A cosa serve un cono di carta?

Come tutti i fiori da bulbo, il germoglio del giacinto cresce inizialmente sotto terra. È quindi importante che le condizioni siano imitate anche nel vasetto e senza un substrato. L'oscurità gioca un ruolo importante nella stimolazione del germoglio e delle radici, che in natura ovviamente si sviluppano nel buio del terreno. Per le prime settimane, fino a quando la pianta non ha formato le prime foglie verdi, il bulbo deve trovarsi in un luogo quasi buio. Puoi anche utilizzare un sistema semplice e ingegnoso: creare dei "cappucci" da appoggiare sul bulbo; è sufficiente un foglio di carta robusta da piegare a cono. Ecco come puoi fare.

Come realizzare coni di carta per il tuo giacinto

  1. Disegna un cerchio su cartoncino o carta robusta, per esempio carta da pacco o carta da pane. Il modo più semplice per farlo è con un oggetto rotondo, per esempio un piatto.

  2. Dividi il cerchio in quattro parti uguali, segnando con una matita, e ritagliale.

  3. Infine, tutto ciò che devi fare è formare un cono da ciascuno dei pezzi di carta e fissarlo con la colla o una pinzatrice. In questo modo, quattro dei tuoi giacinti avranno il loro “coperchio”.

I coni di carta devono rimanere sul bulbo di giacinto fino a quando non vengono sollevati dalla crescita delle foglie: è il segnale che si sta formando il bocciolo in mezzo alle foglie. Non passerà molto tempo prima che i fiori ti possano regalare il primo annuncio di primavera.

DOPO LA FIORITURA

Cosa fare quando il fiore è appassito?

La fioritura dura a lungo ed emana un profumo meraviglioso, ma a un certo punto il fiore conclude il suo ciclo e non è più una gioia per gli occhi. Il primo pensiero è quello di afferrare subito le forbici e rimuovere la parte avvizzita o eliminare del tutto il bulbo. Ma non è l'idea migliore se vuoi continuare a goderti la pianta l'anno prossimo. Come altri fiori da bulbo, i giacinti consumano molta energia per crescere e sbocciare. Durante l'appassimento delle foglie, la pianta richiama nel bulbo i fattori nutritivi ed è quindi chiaro che non bisogna togliere il fogliame. È meglio aspettare che le foglie siano ingiallite e solo a quel punto potrai tagliarle. Le infiorescenze hanno un ciclo leggermente diverso. Quando queste iniziano ad appassire, si formano i semi, ma questo costa energia e non ne vale la pena di conservarli. Pertanto, puoi semplicemente tagliare il gambo del fiore a due terzi dalla base.

Pianta i giacinti in giardino o in un vaso

La fine migliore per il tuo giacinto a fine fioritura? Trasformarsi in una promessa per il prossimo anno. Per fare questo, metti il bulbo in un buco profondo dieci centimetri nel giardino o in un vaso, anche ai piedi di altre piante arbustive, rosai, cespugli, sempreverdi. In alternativa, puoi anche piantare bulbi di giacinto in una pentola. In estate sarà invisibile ma in autunno comincerà il suo percorso: il freddo stimolerà la fioritura che potrai vedere da febbraio-marzo in poi, in posizione soleggiata.

Il nostro consiglio

Oltre ai giacinti, ci sono altri fiori da bulbo che puoi trattare nello stesso modo per ammirare la fioritura in anticipo rispetto a ciò che accade in natura: per esempio crochi, narcisi e alcuni tipi di tulipani. L’operazione è facilitata se trovi i bulbi pregermogliati, che si apriranno rapidamente in casa.

Come conservare i bulbi

Se preferisci far fiorire il tuo giacinto in un vasetto di vetro anche il prossimo anno, puoi far asciugare il bulbo dopo il periodo di fioritura. Un buon modo per farlo è, ad esempio, collocarlo in una reticella quando è ormai privo di foglie, e una volta ben asciutto conservarlo in un luogo asciutto e buio, preferibilmente in un sacchetto di carta o in un cestino. Potrai effettuare nuovamente il ciclo di forzatura il prossimo anno.

Il bulbo era coperto di cera?

A volte si trovano in vendita i bulbi di giacinto e di altri fiori, per esempio l’Amaryllis, avvolti in una pellicola di cera; è un trattamento che viene fatto per semplificare le operazioni di trasporto e per preparare confezioni regalo. Dopo la fioritura stacca la pellicola e ripulisci il bulbo prima di farlo asciugare e trattarlo come descritto sopra.

Importante!

Versate sempre abbastanza acqua nel vaso in modo che le radici vi siano immerse, ma non il bulbo stesso, per evitare che possa marcire.

Perché il bulbo deve sentire il freddo?

Affinché il giacinto possa formare i suoi bellissimi fiori, è particolarmente importante che il bulbo senta il freddo, proprio come avviene in natura: dopo l’inverno, quando il gelo abbandona il terreno, i giacinti e gli altri bulbi a fiori

Leggi di più

Condividi

compo image

Grandi premi ti aspettano!

Acquista un sacco di terriccio e vinci.

Segui COMPO anche su:

Scopri di più su