Cerca rivenditori
compo image

Termini di ricerca frequenti

Cerca rivenditori

Scheda informativa

Alocasia

compo image
compo image

Esigenze

Annaffiatura:
mezzo
Luce:
Sole/mezz'ombra
Cura:
media

Caratteristiche

Campo di applicazione:
Pianta d'appartamento e veranda
Altezza di crescita:
Da 30 a 150 cm
Colore dei fiori:
Bianco

Piantare correttamente

Alocasia

Caratteristiche ed esposizione

L'alocasia è una meraviglia tropicale, molto amata per le sue splendide foglie; originaria dell’Asia tropicale, teme il freddo e vive quindi bene come pianta d’appartamento. Viene coltivata in diverse tipologie tra le quali Alocasia sanderiana, le cui foglie hanno una sagoma particolare. La pianta è nota anche come “orecchie di elefante” perché la specie Alocasia macrorrhiza produce foglie enormi e molto appariscenti. Ottima pianta per verande, giardini invernali e stanze grandi e molto luminose, è reperibile anche in tipologie meno ingombranti.
Affine all’alocasia è la colocasia, anch’essa con grandi foglie; dalla specie Colocasia esculenta si ottiene un tubero commestibile molto utilizzato in Asia, Africa, Sudamerica e nelle isole del Pacifico, noto come “taro”, oggi reperibile anche in Italia; ha un sapore delicato e viene cucinato in tanti modi, anche per dolci e gelati.

Le alocasie prosperano in un luogo molto luminoso ma non esposto al sole intenso; pericoloso anche il sole che penetra dai vetri delle finestre, può causare bruciature sul fogliame. Per ottenere il meglio è importante una temperatura intorno ai 18 °C ma resiste anche a temperature più alte se è in piena luce e con elevata umidità ambientale. In estate vive bene all’aperto in un angolo ombroso, umido e luminoso, protetto dalle piogge intense e dal vento che può danneggiare il bel fogliame.

 

Trapianto/rinvaso

Le alocasie preferiscono un terreno sciolto, leggero e drenante, perché il ristagno è il peggior nemico di queste bellissime piante che non amano il calcare. COMPO SANA Terriccio per piante verdi soddisfa pienamente le loro esigenze.

Poiché l’alocasia cresce molto rapidamente, deve essere rinvasata ogni anno nei primi anni di vita, trasferendo il pane radicale in un contenitore di una o due misure in più. Quando il vaso diventa ormai troppo grosso e il rinvaso è difficile, è possibile limitarsi a cambiare il terriccio superficiale, ogni anno in primavera. Poiché la chioma fogliare diventa grande e pesante, è opportuno che la pianta abbia un vaso o un portavaso ben stabile e pesante, per esempio di ceramica o terracotta, per evitare che possa rovesciarsi e cadere.

Moltiplicazione

Il modo migliore per moltiplicare l'alocasia è dividere i rizomi, al momento del rinvaso. Si formano nelle radici della pianta madre e il fogliame che nasce da queste nuove porzioni di pianta cresce di fianco al cespo principale. Durante il rinvaso, taglia con cura questa parte delle radici con il suo fogliame e trasferiscile in un nuovo vaso. Assicurati che le radici rimaste non vengano troppo danneggiate durante la divisione, e che il rizoma abbia già formato nuove sottili radici, dalle quali dipenderà l’attecchimento e lo sviluppo. Posiziona la nuova pianta che hai ottenuto in un luogo luminoso e mantieni il terreno leggermente umido.

compo image

L'alocasia è leggermente velenosa in tutte le parti della pianta, quindi tienila lontano da bambini e animali domestici e indossa i guanti durante il rinvaso.

Mantenere correttamente

Le cure per l'Alocasia

Irrigazione

Le alocasie raccolgono e conservano l'acqua nei robusti steli, ed è questa riserva idrica che mantiene dritte le foglie. Se innaffi troppo poco, le foglie si afflosciano. Il terriccio dell'alocasia dovrebbe essere sempre leggermente umido, ma non troppo fradicio. È meglio annaffiare spesso con un po' meno acqua invece di abbondare, con il rischio di creare un ristagno idrico.

Ogni tanto dalle foglie dell'alocasia possono formarsi gocce d’acqua. Questo processo, noto come guttazione, avviene affinché la pianta possa rilasciare minerali dalle radici alle foglie che, una volta sature d’acqua, la eliminano lasciando gocciolare l’eccesso.

La pianta non ama il calcare: se possibile utilizza acqua piovana oppure lascia decantare quella del rubinetto nell’innaffiatoio per almeno 72 ore, per far depositare almeno in parte il calcare presente nella rete idrica domestica.

Concimazione

Poiché le alocasie crescono rapidamente, hanno bisogno di concimazioni regolari. Nella fase di crescita, da marzo a ottobre, è bene aggiungere ogni settimana COMPO Concime liquido per piante verdi all'acqua di irrigazione. Tra novembre e febbraio è sufficiente concimare una volta al mese.

Problemi e soluzioni per le foglie scolorite

L’alocasia è molto sensibile allo scolorimento delle foglie. Ciò può avere varie cause: se solo le foglie inferiori sono scolorite, non c'è motivo di preoccuparsi, è un normale processo di invecchiamento; le foglie basali più vecchie vengono eliminate dopo un certo tempo. Se sono interessate anche altre foglie, potrebbero esserci altre cause:

  • Troppa acqua: se l’alocasia ha ricevuto troppa acqua, le foglie tendono a ingiallire. Controlla se il drenaggio dell'acqua avviene correttamente; forse le radici sono troppo bagnate. In questo caso è bene favorire il rapido asciugamento spostando il vaso in un luogo ventilato e asciutto, oppure rinvasare eliminando le parti di radici visibilmente marcescenti.
  • Carenza di concime: se non solo i margini, ma anche le nervature delle foglie ingialliscono, l'alocasia ha bisogno di nutrimento. Aumentare la quantità e frequenza di fertilizzante.

Presenza di parassiti: le alocasie sono spesso attaccate dal ragnetto rosso. Questi minuscoli acari, che puoi vedere utilizzando una lente di ingrandimento, vivono sul lato inferiore delle foglie e succhiano la linfa. Questo fa scolorire le foglie. Per saperne di più e combattere il ragnetto rosso, leggi qui.

Condividi

compo image

Grandi premi ti aspettano!

Acquista un sacco di terriccio e vinci.

Segui COMPO anche su:

Scopri di più su