Cerca rivenditori
compo image

Termini di ricerca frequenti

Cerca rivenditori

Scheda informativa

Stevia

compo image

Esigenze

Annaffiatura:
mezzo
Luce:
Sole
Cura:
media

Periodo di raccolta

Caratteristiche

Campo di applicazione:
Giardino, terrazzo, balcone
Altezza di crescita:
30-100, dipende dalla varietà
Colore dei fiori:
Bianco crema

Piantare correttamente

Stevia

Da dove viene la stevia?

A prima vista, le foglie verdi e ovali della Stevia ricordano quelle di un'altra pianta: la menta. Probabilmente conosci già la dolcezza della stevia (Stevia rebaudiana), perché è conosciuta come alternativa allo zucchero, a basso contenuto calorico. Viene utilizzata nelle bibite, nei dolci o come classico dolcificante, di cui spesso si trovano le bustine anche nei bar.

 

Le origini della stevia non si trovano in Europa, ma molto più lontano, a circa 10.700 chilometri di distanza. È infatti originaria del Sud America, più precisamente del Paraguay, dove è conosciuta da secoli come medicina naturale: le foglie essiccate di stevia venivano usate già in tempi lontani per addolcire il tè mate (yerba mate, Ilex paraguariensis). La pianta ha raggiunto l'Europa nel XVI secolo, sebbene sia stata approvata come alimento solo di recente, dal 2011.

La Stevia rebaudiana appartiene alla famiglia delle margherite. I fiori bianco-crema compaiono solo a fine estate. Il genere Stevia comprende circa 230 specie, ma solo le foglie di Stevia rebaudiana formano lo stevioside, un composto responsabile del sapore dolce delle foglie, ipocalorico. Alle nostre latitudini, la pianta di stevia cresce tra i 60 ei 100 centimetri di altezza; nelle sue terre di origine forma cespugli molto più alti e larghi.

La posizione: tanto sole!

La Stevia è una pianta che ama il sole: ha bisogno di un luogo soleggiato, caldo e allo stesso tempo protetto dal vento sia nei vasi che in piena terra, ad esempio un balcone coperto esposto a Sud; essendo di origine subtropicale richiede temperature calde per la maggior parte dell’anno. Cresce bene quando il terreno è ben drenato, in quanto le radici sono molto sensibili al ristagno idrico. Può anche vivere come pianta d'appartamento purché riceva abbastanza luce in un ambiente fresco e arioso; non tollera gli ambienti con poca luce e la vicinanza a fonti di calore come stufe e termosifoni.

Semina la stevia

Da aprile, semina la stevia in vassoi o vasetti su un davanzale luminoso o in altro ambiente protetto, umido e luminoso. Utilizza per il substrato di semina COMPO Bio Terriccio per Orto e Semina mescolato a un terzo di sabbia di fiume per agevolare lo sviluppo delle piccole radici, molto sensibili all’eccesso di umidità.

Premi i semi nel substrato solo leggermente e coprili con uno strato molto sottile di substrato, che li protegge dall'essiccamento. La regola di cura più importante si applica dal momento della semina: mantenere i semi umidi. Se il terreno si asciuga, i semi non possono più germogliare. Le temperature dovrebbero essere superiori a 20 gradi. Le prime piantine compaiono dopo una decina di giorni. Non appena il primo vero paio di foglie si è sviluppato dopo i cotiledoni (le piccole foglie che si formano alla nascita), le piantine vanno trapiantate prelevandole con delicatezza e collocandole ciascuna in un vasetto che dovrebbe avere una dimensione media di almeno 8 cm. Quando le piantine hanno radicato bene e le temperature esterne sono miti anche di notte, puoi portare le piante all'aperto e trapiantarle in vasi più capienti e profondi; tienile in ombra e abituale al sole gradualmente.

La stevia in aiuola

Se vuoi creare una bordura di stevia in giardino o nell’orto, si consiglia una generosa distanza di impianto, 30-50 centimetri fra ogni esemplare, perché con una cura adeguata e una potatura regolare la pianta diventa molto folta e può raggiungere un'altezza fino a un metro, a seconda della varietà e delle condizioni di crescita. Per favorire l’attecchimento crea uno strato di COMPO Bio Terriccio per Orto e Semina, prodotto con l'utilizzo di materie prime naturali: torba e humus vegetale. L'ambiente d'origine della torba viene rigenerato per favorire lo sviluppo della flora e della fauna tipica degli ambienti torbosi incontaminati. Il processo segue le linee guida europee per la protezione dell'habitat di flora e fauna. L'humus deriva da un lento e naturale processo di trasformazione del materiale vegetale proveniente dalla manutenzione delle aree verdi sul territorio. Questo processo consente il recupero e il riutilizzo di materiali naturali preservando le risorse dell'ecosistema. Il substrato è perfetto non solo per la stevia ma per tutte le aromatiche e piante da orto in genere.

Coltiva la stevia in vaso

La Stevia può anche essere coltivata come pianta da vaso invece che in aiuola. Il contenitore dovrebbe avere un diametro di almeno 20 cm. Quando si coltiva in vasi o ciotole, occorre fare attenzione al corretto drenaggio: la stevia è molto sensibile al ristagno d'acqua, è quindi consigliabile disporre sul fondo del contenitore uno strato di biglie d’argilla. Dovrai comunque innaffiare regolarmente e aver cura di tenere la pianta in una posizione soleggiata per diverse ore al giorno.

MANTENERE CORRETTAMENTE

Le cure per la stevia

Irrigazione:

La pianta di stevia preferisce un buon equilibrio tra umido e secco. Soprattutto nei mesi estivi dovresti assicurarti che la pianta venga annaffiata regolarmente ma con attenzione, senza eccessi ed evitando che l’acqua rimanga a lungo ferma nel sottovaso, segnale che hai bagnato troppo. La stevia è molto sensibile alla siccità, poiché ha radici piuttosto superficiali; in piena estate quando fa caldo dovrai innaffiare ogni giorno, preferibilmente la sera o la mattina presto quando il terriccio, rinfrescatosi nelle ore notturne, assorbe meglio l’acqua.

Concimazione:

Anche in tema di concimazione, la stevia si rivela estremamente facile da mantenere, grazie alla sua origine. I terreni sabbiosi delle sue terre di origine sono poveri di sostanza nutritiva e quindi il fabbisogno è piuttosto basso.
Se la tua stevia è in piena terra e hai usato un terriccio che contiene una percentuale di concime, o se hai sparso un po’ di fertilizzante con effetto nutriente di lunga durata al momento dell’impianto, come COMPO Bio concime organico universale con lana di pecora, per qualche mese non ci sarà bisogno di concimare. Solo in piena estate, quando cresce rapidamente, potrai usare un concime liquido a pronto effetto per ridare energia alla pianta; sarà sufficiente prevedere una-due concimazioni a distanza di 15-20 giorni. 
Se invece la pianta è in vaso, un po’ di nutrimento è necessario con regolarità; puoi utilizzare un concime liquido, a basse concentrazioni, circa ogni quattro settimane durante il periodo di fioritura, dalla primavera a luglio. Utilizza COMPO Bio Concime Orto Frutta, concime liquido per piante orticole e da frutto, con formula nutritiva bilanciata per una crescita forte e sana; contiene sostanze nutritive di origine naturale.
 

Potatura:

Affinché la tua stevia sia ancora in forma anche dopo anni, dovresti potarla ogni anno. Come con altri arbusti e piante aromatiche, le parti inferiori della pianta possono diventare legnose nel tempo, prive di foglie e di fiori. Senza potatura, la stevia diventa sempre più legnosa e ad un certo punto ha poca forza per fiorire. La potatura regolare favorisce la crescita e la stevia diventa più folta, più stabile e meno soggetta a rotture dei germogli. Pertanto, taglia regolarmente in estate. Dopo la raccolta delle foglie a settembre, la pianta dovrebbe essere tagliata a 10 cm dalla base prima di trasferirla al riparo per l'inverno.

Moltiplicazione:

La tua pianta di stevia ha sviluppato germogli robusti? Sono ideali per la propagazione. Il modo più semplice per moltiplicare la stevia è prelevare talee da una pianta madre sana. Per evitare lesioni e malattie, separare accuratamente le talee dal fusto principale della pianta utilizzando un coltello affilato e pulito. Per la radicazione delle talee è sufficiente mettere i rametti in un vasetto di vetro con acqua. Assicurati di cambiare l'acqua ogni giorno. Dopo che si sono formate le prime radici fini, puoi mettere le talee in un vaso con terriccio misto a sabbia; conserva le talee al riparo dal sole finché non hanno radicato ed emesso nuove foglie.

La stevia in inverno

La stevia proviene da climi caldi ed è esposta quasi tutto l’anno a temperature elevate. La pianta quindi non tollera il gelo e non può sopportare un inverno europeo; resiste tutto l’anno all’aperto solo nelle zone miti delle coste e del Sud, purché al riparo dal vento.

La temperatura ambiente non dovrebbe scendere sotto i 13 °C. Una serra, veranda o altro ambiente molto luminoso e con temperature miti è l’ideale per il periodo invernale. Affinché la stevia possa germogliare vigorosamente in primavera, in inverno è necessaria una potatura generosa fino a 10 cm dalla base. In inverno occorre bagnare pochissimo: l'irrigazione una volta al mese è completamente sufficiente. La stevia non necessita di concimazione nei mesi invernali.

 

La raccolta delle foglie di stevia

Le foglie verdi a forma ovale della stevia contengono composti vegetali dal sapore dolce, chiamati glicosidi steviolici. Il tempo di raccolta di queste foglie varia a seconda della posizione. Coltivi la pianta in casa in vaso? Puoi raccogliere e consumare le foglie di stevia tutto l'anno. All'aperto, il periodo migliore per la raccolta è settembre, appena prima che la pianta inizi a fiorire.

 

Fai attenzione al dosaggio: la dolcezza della stevia è da 200 a 400 volte più forte dello zucchero convenzionale! Ciò significa che ha un forte potere dolcificante.

 

La lavorazione della stevia

La stevia offre molti benefici: non apporta calorie, non provoca carie e può essere consumata anche dai diabetici, in quanto ha un apporto di zuccheri nullo. Alla stevia verrebbero attribuite proprietà in grado di proteggere la pelle dall’invecchiamento contrastando l’azione dannosa dei radicali liberi e avrebbe anche proprietà antiacido e ipotensive. Durante la raccolta, puoi usare le foglie di stevia direttamente, fresche, o essiccate e tritate come sostituto dello zucchero per addolcire sia il cibo che le bevande. Poiché le foglie di stevia sono molto resistenti al calore, sono ideali anche per cucinare o cuocere al forno (rimane infatti stabile alle alte temperature). La Stevia è reperibile come dolcificante in polvere o in forma liquida.

 

 

 

Condividi

compo image

Grandi premi ti aspettano!

Acquista un sacco di terriccio e vinci.

Segui COMPO anche su:

Scopri di più su