Cerca rivenditori
compo image

Termini di ricerca frequenti

Cerca rivenditori
compo image
  1. COMPO
  2. Magazine
  3. La cura delle piante
  4. Come curare un orto
  5. Orti e Aiuole rialzate - Consigli e ispirazioni

BUONE PRODUZIONI E TANTA BELLEZZA

Orto rialzato, una splendida soluzione

Che sia sul balcone, in cortile, in giardino o in un orto, con le aiuole rialzate puoi ottenere un ricco raccolto di verdure! In questo articolo ti diremo quali piante da orto vivono bene nell'aiuola rialzata e quando puoi piantare.

compo image

Posizione e riempimento

Un’aiuola rialzata e ben soleggiata è l'ideale per coltivare un'ampia varietà di verdure e in particolare delle verdure a ciclo estivo, che richiedono molto calore e tanta luce. Per questo motivo, dovresti scegliere una posizione ben esposta al sole prima di realizzare il tuo orto rialzato. Idealmente, il “letto rialzato”, come lo chiamano gli esperti, è anche in una zona riparata dal vento e a volte è coperto, per esempio un tunnel da orto aperto sui lati. Molte delle piante orticole amanti del calore non amano le piogge estive. I pomodori in particolare apprezzano un luogo protetto dalla pioggia, e preferiscono ricevere acqua solo nel terreno, non sulle foglie.

Uno dei principali vantaggi dei letti rialzati è che non devi preoccuparti delle condizioni del suolo: riempi tu stesso il tuo orto rialzato e quindi hai il controllo per creare le migliori condizioni adatte alle tue piante. Nell'articolo Quale terriccio usare per un orto rialzato? Ti mostriamo quali substrati vanno utilizzati. Puoi persino posizionare l’orto rialzato su un pavimento di cemento o in terrazzo e aspettarti un ricco raccolto in estate, purché il luogo sia soleggiato e riparato dal vento.

Quali piante sono adatte per le aiuole rialzate?

In linea di principio, puoi piantare tutto ciò che ti piace nell’orto rialzato. Tuttavia, il letto rialzato è più adatto per piante a crescita bassa, a crescita compatta o a rampicanti; è ottimo per fragole, lattuga, carote, cavolo rapa, peperoni, cetrioli. Anche i pomodori a cespuglio e quelli a sviluppo contenuto sono ottimi per questo tipo di coltivazione. Varie erbe e fiori commestibili crescono molto bene anche nel letto rialzato, per esempio basilico, borragine, nasturzio e calendule.

Nel letto rialzato si possono piantare anche zucca, zucchine e cavoli, cavolfiori e simili. Tuttavia, va considerata la larghezza di crescita. Una zucca può facilmente riempire un metro quadrato, anche se la pianta sembrava piuttosto piccola quando è stata acquistata in primavera.
Oltre alla larghezza, anche l'altezza gioca un ruolo importante: in aiuole basse si possono certamente far crescere dei pomodorini su pali di due metri di altezza; in aiuole rialzate che superano il mezzo metro di altezza, invece, ha più senso cercare pomodori a cespuglio che rimangono piccoli o varietà di pomodori ricadenti. Indipendentemente da ciò, quando si pianta l'aiuola rialzata è necessario assicurarsi che le piante più grandi non portino via troppa luce a quelle più piccole e che non ne ostacolino la raccolta e la cura.
Prima di piantare il tuo letto rialzato, è importante pensare a quali piante vuoi assolutamente avere e quanto spazio hai bisogno per pianificarne la presenza in rapporto ad altri ortaggi, erbe o fiori edibili. La dimensione e forma di crescita dipendono non solo dal tipo di ortaggio ma anche dalla varietà.

compo image

Organizzare gli spazi nell’orto rialzato

Se l'aiuola rialzata è all'aperto, ha senso posizionare le piante più grandi nel mezzo, circondate da piante di medie dimensioni e infine le piante più piccole o ricadenti che crescono ai margini. Fragole, nasturzi o piante di cetriolo sono buoni candidati per la zona al bordo dell’area. Se il letto rialzato è contro un muro, le piante più alte vanno piantate sulla parte posteriore, contro il muro. Davanti a loro vengono piantati pia ortaggi di medie dimensioni e sul lato anteriore possono essere collocate piante che possono rimanere particolarmente basse o hanno crescita ricadente.

aiuola rialzata

Ortaggi con diversi fabbisogni nutritivi

Oltre all'altezza e alla larghezza delle piante, devi anche capire i fabbisogni nutritivi dei diversi ortaggi: mentre zucche, carciofi, patate, meloni e pomodori assorbono molti fattori nutritivi, altre piante da orto come bietole, cavolo rapa o finocchi si possono accontentare di minori quantità di concime. Fagioli, lattuga, ravanelli e molte erbe aromatiche richiedono pochi fattori nutritivi,
È meglio piantare nel tuo letto rialzato piante che hanno requisiti nutrizionali simili. Gli ortaggi con requisiti nutritivi elevati e medi come pomodori, patate o cetrioli crescono bene su un letto rialzato ben concimato e ricco di humus; lattuga, ravanelli e fagioli, d'altra parte, prosperano in terreni anche abbastanza poveri. Se nel tuo letto rialzato ci sono piante con fabbisogni diversificati dovrai cercare di rispettare le loro esigenze e in ogni caso devi creare gli spazi in modo che non si ostacolino troppo a vicenda, e ottenere una buona crescita di tutti i tipi di ortaggi presenti nell’orto rialzato.

Quando effettuare semine e trapianti nell’orto rialzato?

Dipende dal tipo di piante che vuoi coltivare; fave, spinaci e carote si seminano già a marzo o anche febbraio, in base alla zona climatica. Ad aprile vengono si collocano a dimora le piantine di cavolo, cavolfiore, barbabietole, finocchi e porri.

Tuttavia, se vuoi coltivare nell'aiuola rialzata i classici ortaggi estivi come pomodori, cetrioli, peperoni, meloni, zucche, zucchine o melanzane, dovrete aspettare fine aprile-maggio, quando le temperature si sono stabilizzate; nelle zone costiere e nel Sud questo può avvenire già in marzo. Non conviene seminare gli ortaggi estivi: molto meglio acquistare le piantine giovani ed effettuare al più presto il trapianto dopo l’acquisto. In questo modo l’orto rialzato potrà entrare nella fase produttiva in tempi piuttosto brevi.

Consiglio per la semina:

Alcuni parassiti sono specializzati in famiglie di piante: dopo aver coltivato verdure crocifere come i broccoli, lasciar trascorrere dai tre ai quattro anni prima di piantare nuovamente le verdure crocifere.

compo image

Quando puoi piantare il tuo letto rialzato?

Quando puoi piantare il tuo letto rialzato dipende un po' dalle piante che vuoi piantare nel tuo letto rialzato: fave, spinaci, carote o pastinache possono essere seminate già a marzo, a seconda del tempo. Ad aprile vengono aggiunte piante di cavolo come cavolfiore, broccoli, cavolo rapa o cavolini di Bruxelles: ora anche la barbabietola può essere nel letto.

Tuttavia, se vuoi coltivare nell'aiuola rialzata i classici ortaggi da frutto come pomodori, cetrioli, peperoni, meloni, zucche, zucchine o melanzane, dovrai aspettare metà maggio. Perché solo quando il pericolo delle ultime gelate tardive è passato, le piante da ortaggi sensibili al gelo possono spostarsi nel letto.

A differenza di spinaci, ravanelli o carote, l'ortaggio da frutto non viene seminato direttamente nel letto, altrimenti ci vorrebbe molto tempo prima di essere raccolto. Invece, a seconda della specie, le piante vengono portate in casa tra febbraio e aprile e coltivate sul davanzale fino a quando non possono traslocare a maggio. Se non hai abbastanza spazio, tempo o un appartamento poco luminoso, puoi in alternativa trovare piccole piante "pronte" nei garden center o nei negozi di ferramenta che puoi piantare direttamente nell'aiuola rialzata dopo l'acquisto.

Orto rialzato in autunno: cosa puoi piantare?

Se l'aiuola rialzata o parti dell'aiuola rialzata sono state liberate dalle coltivazioni estive entro agosto, puoi piantare ortaggi autunnali e invernali come cavolini di Bruxelles o cavoli, che hanno bisogno di diverse settimane per crescere. Se invece nell’orto rialzato ci sono ortaggi estivi che continuano a produrre fino a ottobre, come accade con i pomodori, potrai in seguito liberare l’orto dai resti dei pomodori e piantare radicchi o spinaci che crescono prima dei geli. Se l’orto rialzato può essere protetto da una serra, la produzione continua praticamente senza soste in inverno e puoi coltivare anche i cavolini di Bruxelles e le rape, ortaggi che non temono il freddo intenso.

compo image

Come organizzare il tuo orto rialzato

Se hai spazio a sufficienza puoi preparare tre o quattro letti rialzati che ti consentiranno di gestire al meglio la successione (rotazione) delle colture di stagione in stagione. Sulla stessa zona di terriccio, infatti, non devono mai essere coltivate per due anni di fila piante da orto appartenenti alla medesima famiglia botanica: orticole che appartengono alla medesima famiglia sfrutteranno il terreno nello stesso modo, rendendolo quindi troppo impoverito per le esigenze di un altro ortaggio "parente"; inoltre, i parassiti che colpiscono il primo e che restano quiescenti nel suolo anche dopo che la coltivazione è terminata, colpirebbero anche quello coltivato dopo, se della stessa famiglia, proprio perché ha le medesime caratteristiche. Generalmente la rotazione è triennale, per cui se ci sono tre letti rialzati, su ciascuno potrai ruotare di anno in anno le tre categorie di piante consumatrici di nutrienti: consumo debole come i legumi, che arricchiscono il terreno di Azoto (fagioli, piselli, fave, ceci…), consumo medio come quelle da foglia (lattughe, spinaci, radicchi, valeriana…) e consumo elevato come le orticole da frutto (pomodori, peperoni, zucche…).
Se invece hai un solo letto rialzato, puoi sostituire lo strato superficiale del terriccio ogni anno per evitare di ricoltivare gli ortaggi nello stesso substrato.

Idee per le consociazioni di ortaggi

Quasi tutte le piante da orto possono essere coltivate su un'aiuola rialzata soleggiata; per aumentare le possibilità di successo utilizza un substrato di eccellente qualità come COMPO BIO Terriccio per Orto e Aiuola Rialzate, e organizza “a tavolino” gli accostamenti migliori fra diversi ortaggi in modo da sfruttare bene il poco spazio disponibile. Qui ti diamo alcuni consigli per un letto rialzato che ha una larghezza di 1,50 metri, una lunghezza da 1,80 a 2,00 metri e un'altezza di 50 centimetri da terra, addossato a una parete esposta a Sud: un caso tipico anche per cortili, terrazzi o piccoli giardini.

compo image

In estate

Ad esempio, cosa ne pensi di piantare da quattro a cinque grandi pomodori nell'ultima fila, in modo che non possano creare ombra sugli ortaggi che hanno davanti? Potresti piantare quattro o broccoli estivi e completare con cetrioli ricadenti.

compo image

In autunno:

Come piantagione per la stagione autunnale - ma anche per la stagione estiva - sarebbe concepibile una combinazione di piante a consumo medio o debole. Sul retro si piantano da nove a dieci porri, che occupano la maggior parte dello spazio. Davanti ad essi cresce una fila di circa otto-dieci piante di spinaci. Seguono due file di carote, una fila di lattughe e una di ravanelli.

 

 

Orto rialzato, 4 consigli importanti

  1. Se l’orto rialzato è all’aperto in pieno sole

    Pianta gli ortaggi di maggiore dimensione al centro e circondali con altre verdure di minore altezza, in modo che tutte prendano bene il sole.

  2. Attenzione alla larghezza degli ortaggi

    Non dimenticare che le giovani piante non solo diventano più alte nel tempo, ma anche più larghe, e quindi hanno bisogno di spazio sufficiente per svilupparsi.

  3. Considera le esigenze nutrizionali

    Accosta e abbina piante con esigenze nutrizionali simili, in modo che le tue concimazioni possano soddisfarle tutte. Non accostare un ortaggio che richiede molto concime a uno che si accontenta di poco o nulla.

  4. Effettua una corretta rotazione

    Segui i suggerimenti sopra indicati per evitare di ricoltivare ortaggi identici nella stessa terra, con esiti che possono essere decisamente insoddisfacenti.

Con questi suggerimenti, puoi semplificare la cura e aspettarti un ricco raccolto, indipendentemente dal fatto che tu stia piantando uno o più orti rialzati. Ti auguriamo tanto successo e… Buon appetito!

Condividi

compo image

COMPO. Piante meravigliose con semplicità

Segui COMPO anche su: