Cerca rivenditori
compo image

Termini di ricerca frequenti

Cerca rivenditori
compo image
  1. COMPO
  2. COMPOmagazine
  3. Lasciatevi ispirare
  4. Idee per decorazioni in ogni stagione
  5. Regali per amanti delle piante: macramè per talee

Istruzioni passo dopo passo

Un regalo fai da te insolito e decorativo

Moltiplicare le piante d’appartamento per talea è facile… E le giovani piantine che stanno emettendo radici sono anche un bellissimo regalo: per valorizzare le tue talee puoi coltivarle in cestini da realizzare con le tue mani, un’idea divertente e creativa che aggiunge un significato importante al tuo dono. Qui troverai le indicazioni per realizzare questi cestini, una piccola opera di artigianato artistico da preparare senza particolari difficoltà: occorrono solo pazienza e un po’ di attenzione. L’arte del macramè è molto antica, nasce da un'antica tecnica marinara con filati intrecciati e annodati tra loro, senza l'ausilio di aghi o uncini.

compo image

Un oggetto decorativo da preparare con le tue mani, ecco come si fa

Per creare questo supporto che ospita i vasetti con le talee delle tue piantine preferite occorre un ramo: puoi trovarlo ad esempio passeggiando in spiaggia, levigato dalla sabbia e dal mare. Oppure puoi scortecciare un ramo raccolto a terra nel giardino, nel bosco o in un parco, portando in evidenza la sua struttura levigando la superficie con la carta vetrata.

Potrai utilizzare vecchi bicchierini o vasi di vetro per mettere in acqua le talee, ossia i rametti che emettono radici. In alternativa, puoi usare vecchi barattoli per conserve: il fai-da-te è l'ideale per l'upcycling!

I vasetti sono appesi al ramo con l'aiuto di cestini in macramè, con un effetto molto decorativo. Occorrono 10 corde per ogni cesto appeso. L’effetto migliore è ottenuto appendendo i vasetti ad altezze diverse, creando così una decorazione mobile che colpisce l’attenzione; va appesa ad altezza degli occhi in modo da poter osservare le piantine giorno dopo giorno mentre formano le loro prime radici nell’acqua.

Il filo da utilizzare per la realizzazione dei cestini non dovrebbe essere troppo spesso, altrimenti si rischia di coprire quasi del tutto il vetro dei vasetti e si perderebbe così il piacere di osservare le radici in formazione, che comunque hanno bisogno di luce per crescere bene. Nelle nostre istruzioni vengono utilizzati vasetti con un diametro di 6 cm e un filo macramè di spessore 3 mm.

 

Materiale:

  • Un ramo di media dimensione che possa sostenere i vasetti
  • Carta vetrata o coltello se occorre scortecciare il ramo
  • Occhiali protettivi (se effettui lo scortecciamento)
  • Filati per il cesto appeso lungo: 4 volte 2,50 m; 4 volte 2m; 2 volte 0,5 m di filo macramè
  • Filati per il cesto appeso corto: 4 volte 2,50 m; 4 volte 1,5 m; 2 volte 0,5 m di filo macramè

Il nostro consiglio

Non appena le talee hanno sviluppato abbastanza radici per essere piantate in un vaso con il terriccio, puoi utilizzare i vasetti per nuove talee o convertirli in piccoli vasi per fiori.

Come realizzare i cestini in macramè

Ecco come operare per preparare e annodare i fili al ramo

  1. Le dieci cordine in filo di cotone vanno tagliate alla lunghezza desiderata
  2. Adagiare le corde sul ramo in modo che le estremità della stessa lunghezza siano alla stessa altezza. Per facilitare il tuo lavoro, appendi il ramo a un supporto (va bene anche lo schienale di una sedia).
  3. Per prima cosa fai un nodo avvolgente utilizzando uno dei due cordini più corti per formare un cappio che si apre verso l'alto. La corda deve ora sporgere da un lato.
  4. Le corde rimanenti sono ora avvolte con questa corda sporgente.
  5. Infine, la corda viene infilata attraverso l'anello. Nella parte superiore del filo macramè puoi stringere il nodo di avvolgimento.
compo image

Schritt 1

compo image

Schritt 2

compo image

Schritt 3

compo image

Schritt 4

compo image

Schritt 5

Il nodo a onda: il segreto per ottenere i cestini

  1. Quando si tratta di macramè, viene fatta una distinzione di base tra filo di lavoro e filo di supporto. I fili di lavoro sono le 8 cordine più lunghe, i fili di supporto sono quelle più corte. Per il secondo nodo, le cordine sono divise in quattro gruppi in modo che due fili di lavoro e due fili di supporto siano sempre annodati insieme.
  2. Per il nodo a onda, i fili di lavoro sono all'esterno e i fili di supporto sono al centro. All'inizio il filo di lavoro sinistro viene posizionato sopra i due fili di supporto.
  3. Conduci il filo di lavoro destro sopra l'altro filo di lavoro e poi dietro i fili di supporto e poi lo riporti in avanti. Quindi stringi il nodo.
  4. Questo passaggio va ripetuto finché non sei soddisfatto della lunghezza del nodo a onda. È importante che il nodo parta sempre dallo stesso lato, perché solo così girerà e formerà una spirale. Per un risultato uniforme, i fili di supporto non devono cambiare lato. Questo è particolarmente importante con i filati più sottili; è più facile da vedere con filati più spessi.
  5. Il nodo a onda va legato a tutti e quattro i gruppi. Quindi lasciare un po' di spazio e poi annodare nuovamente le file con nodi ondulati. Assicurati che siano all'incirca alla stessa altezza. Per stringere bene il primo nodo, puoi posizionare un pezzo di cartone tra i due fili. Con un po' di pratica, l’operazione diventa facile e intuitiva.
compo image

Schritt 1

compo image

Schritt 2

compo image

Schritt 3

compo image

Schritt 4

compo image

Schritt 5

Connessione con nodo quadrato

  1. Le corde sono collegate tra loro in modo che i vasetti possano essere saldamente sostenuti. Per fare ciò, annoda un filo portante e un filo di lavoro di un gruppo con quelli di un altro gruppo. Il supporto e i fili di lavoro si scambiano i ruoli in modo che i nastri più lunghi siano all'interno.
  2. Le corde vengono quindi collegate con un nodo quadrato: il filo di supporto sinistro viene posizionato sopra i fili di supporto e l'altro filo di supporto viene quindi passato sul primo filo di supporto e dietro i due fili di lavoro e riportato in primo piano.
  3. A differenza del nodo a onda, il nodo quadrato si alterna da sinistra a destra, in modo che non vi sia rotazione, ma viene creato lo schema incrociato. Vengono realizzati un totale di quattro nodi.
  4. Con i cestini appesi più lunghi abbiamo riannodato i quattro fili di ogni gruppo originario con quattro nodi quadrati, con quelli più corti si riannoda direttamente l'estremità.
  5. Hai anche bisogno di nodi quadrati per concludere il lavoro. Nel caso delle sospensioni più corte, queste sono realizzate con un po' di spazio al di sotto delle precedenti, e nel caso delle sospensioni più lunghe, le corde di due gruppi vengono nuovamente collegate tra loro, in modo da creare una sorta di rete.
  6. Viene quindi realizzato un nodo di avvolgimento con il secondo nastro corto sotto l'ultimo nodo. Infine, i fili in eccesso vengono semplicemente tagliati e le cinghie
  7. appese al ramo vengono accorciate alla lunghezza desiderata.
compo image

Schritt 1

compo image

Schritt 2

compo image

Schritt 3

compo image

Schritt 4

compo image

Schritt 5

Possibilità illimitate

Con la lavorazione macramè puoi dare libero sfogo alla tua creatività: per esempio aggiungere nell’intreccio delle perline di legno o sfilacciare i fili penduli con un pettine, per ottenere un ciuffo vaporoso.

compo image

Suggerimenti per le piante

Una volta pronti i cestini, potrai riempirli con i vasetti nei quali far radicare le talee; per ottenere la radicazione occorre che l’acqua sia fresca e pulita, dovrai cambiarla periodicamente evitando però che sia troppo fredda altrimenti le sottili radici in formazione possono subire un dannoso shock.

Il periodo ottimale per la propagazione tramite talea è la primavera, quando la spinta vegetativa legata all’aumento delle ore di luce favorisce l’emissione delle radici. Ma alcune piante d'appartamento possono essere propagate in qualsiasi stagione, essendo molto facili da moltiplicare per porzioni di rametto. Eccone alcune:

• Monstera

• Pothos

• Dracena

• Clorofito

Da queste piante belle e resistenti puoi ottenere facilmente le talee nei vasetti: è anche una bella idea per un regalo di Natale insolito, fatto con le tue mani!

In alternativa, puoi anche utilizzare i cestini per appendere dei vasetti di piante nel terriccio, ma attenzione: assicurati che abbiano drenaggio e che non soffrano per la carenza di umidità ambientale.

Infine, c’è anche la possibilità di preparare i cestini con vasetti da riempire con biscottini fatti in casa… Una dolcezza gradita e inaspettata!

Moltiplica correttamente le piante

Vuoi saperne di più su come ottenere piante da talea, a costo zero, moltiplicando la tua collezione di specie da interno e da esterno?

VAI ALL'ARTICOLO

Condividi

Iscrizione alla newsletter

Restate Informati

Ricevete newsletter e suggerimenti su: giardino, prato, piante, decorazioni e molto altro. Riceverete circa due newsletter al mese.

GRAZIE PER LA TUA REGISTRAZIONE! Riceverai immediatamente un messaggio di conferma via e-mail. Fai clic sul link per confermare la tua registrazione ed avere in omaggio un esclusivo ebook.

Per favore inserisci il tuo indirizzo email. Conferma il tuo consenso spuntando la casella.

compo image

COMPO. Piante meravigliose con semplicità.

Con o senza pollice verde - insieme per una vita più verde.

Segui COMPO anche su:

Scopri di più su COMPO