Cerca rivenditori
compo image

Termini di ricerca frequenti

Cerca rivenditori

Scheda informativa

Vespe

compo image

Caratteristiche

Sito di infestazione:
Giardino, terrazzo, orto, casa
Sintomi:
Presenza di vespe durante il giorno
Aspetto:
Insetti volanti e ronzanti, con corpo giallo e nero

Periodo di infestazioni

Descrizione

Vespe

Un fastidio e un pericolo

L’estate è il momento migliore per vivere e pranzare all’aperto… Ma a volte vespe e calabroni sono molto attivi e particolarmente numerosi. La popolazione di insetti, infatti, aumenta nel corso dei mesi caldi e la loro presenza può rivelarsi molto fastidiosa oltre che pericolosa: le punture sono dolorose e per alcune persone c’è un rischio di shock anafilattico a causa della puntura di vespa.

 

 

Non tutte le vespe sono uguali!

È opinione diffusa che le vespe siano insetti aggressivi e particolarmente fastidiosi. Due specie sono le principali responsabili di questa cattiva fama: la vespa tedesca (Vespula germanica) e la vespa comune (Vespula vulgaris). A questi insetti piace ronzare vicino alle persone durante la loro ricerca del cibo. Se hai la sensazione che gli insetti diventino sempre più fastidiosi e anche aggressivi verso la fine dell'estate, c’è del vero, perché finché gli animali devono prendersi cura della loro covata, ottengono il loro cibo principalmente dalle proteine ​​sotto forma di insetti e carne. A fine estate, le vespe cambiano le loro abitudini di nutrimento e hanno bisogno di zucchero per sopravvivere. Torte e succhi di frutta che servi in giardino o in terrazzo diventano così il fulcro delle loro ricerche alimentari. Tuttavia, la vespa tedesca e la vespa comune sono solo due delle centinaia di specie di vespe presenti nelle nostre latitudini. Queste includono, ad esempio, la pacifica vespa dei boschi (Dolichovespula sylvestris) o il calabrone (Vespa crabro). Per inciso, nonostante tutti i pregiudizi, i calabroni sono meno aggressivi della vespa comune, almeno finché non ti avvicini al loro nido. A differenza di questi quattro esemplari sopra citati, non tutte le specie autoctone di vespe si presentano con un corpo nero e giallo.

 

A cosa servono le vespe?

Anche se la maggior parte delle persone probabilmente non sono grandi fan delle vespe, in realtà questi insetti danno un contributo importante al funzionamento dell'ecosistema. Per provvedere alla prole, cacciano moschezanzare e afidi, e agiscono quindi come disinfestanti naturali. Una colonia di vespe può nutrirsi di 3000 insetti al giorno. In particolare hanno un impatto enorme sull’abbondanza di artropodi, categoria comprendente ragni, insetti, centopiedi, zecche; in assenza del lavoro delle vespe, che predano questi insetti per nutrirsi, saremmo di fronte a un serio squilibrio biologico. Inoltre, le vespe, in particolare le forme giovanili che ronzano nell’aria intorno ad agosto, sono importanti impollinatori. A differenza delle api, volano di fiore in fiore anche quando piove e sono quindi in parte responsabili di un ricco raccolto di frutti e ortaggi. Il loro lavoro è particolarmente importante per i fichi, perché solo la specifica vespa del fico può impollinare la pianta. 

Per tutte queste ragioni, le vespe non devono essere eliminate senza un motivo ragionevole. 

 

Rimedio

Lotta contro le vespe

I rimedi utili per combattere il problema

Quando si tratta di respingere le vespe, la regola numero uno è non rendere gli animali aggressivi. Di conseguenza, agitarsi freneticamente non è una buona strategia contro questi insetti. Invece, ha più senso rendere disponibili fonti di cibo alternative in modo che le vespe non scelgano la torta o la pizza che abbiamo sul tavolo come bersaglio. È meglio posizionare una ciotola di uva molto matura a cinque o dieci metri di distanza, ma attenzione, non utilizzare marmellata o miele non diluiti come fonte di cibo alternativa, poiché questi alimenti rendono le vespe aggressive. 

Un altro modo per respingere le vespe è usare gli odori. Ad esempio, alle vespe non piace il profumo di chiodi di garofano e di vari tipi di oli essenziali; inoltre, anche la lavanda tiene lontane le vespe: un buon motivo per piantare questa bella pianta mediterranea sulla terrazza o per appendere qua e là in casa dei mazzetti di fiori di lavanda essiccati, aggiungendo eventualmente ogni tanto qualche goccia di olio essenziale per riattivarne al massimo la profumazione.

Come evitare le punture di vespa

Sebbene le punture di vespa rappresentino un serio rischio per la salute solo per coloro che sono allergici o se si verificano in gola o in bocca, possono comunque essere piuttosto dolorose; la parte colpita può rapidamente diventare rossa e gonfia. Pertanto, ha senso assicurarsi che le vespe non si avvicinino troppo. L'odore di profumo, lacca e creme per la pelle o solari può attirare questi insetti. Se necessario, se c’è una forte presenza di vespe è meglio evitare di utilizzare prodotti dall'odore particolarmente forte e dolce, per non attirarli vicino a te. Anche la scelta dell'abbigliamento può influenzare le visite delle vespe, a cui piace particolarmente volare su vestiti dai colori vivaci; i colori tenui sono la scelta più sicura per limitare le visite indesiderate. Se una vespa si avvicina, è importante mantenere la calma e non cercare di spazzarla via. L'anidride carbonica rende le vespe aggressive, poiché è considerata un segnale di avvertimento nel nido. Quando si bevono succhi di frutta e altre bevande dolci o gassate all'aperto, si consiglia di utilizzare una cannuccia. Questo impedirà di ingoiare accidentalmente una vespa.

Quando la vespa punge, il dolore è acuto ma in genere passa rapidamente; dopo alcune ore, anche l'eventuale gonfiore dovrebbe attenuarsi. Se non ci sono miglioramenti, consultare un medico.

compo image

Hai notato un nido di vespe: cosa puoi fare?

Le vespe diventano particolarmente sgradevoli quando creano i loro nidi intorno o all'interno della casa. Alcune specie costruiscono nidi nel terreno, altre specie, tra cui la vespa comune, preferiscono altri luoghi nascosti, per lo più bui, come soffitte, cassonetti per tapparelle e persino la cassetta della posta o un lampione. A seconda della specie, i nidi di vespe sono da grigi a brunastri e più piccoli di quelli dei calabroni. La dimensione varia tra la dimensione di un limone e quella di un pallone.

Le vespe costruiscono i loro nidi in primavera. Pertanto, è importante sigillare i cassonetti delle tapparelle e altre cavità buie nella tua casa in modo che le vespe non possano costruire i loro nidi in questi luoghi.

Se scopri un nido di vespe nel tuo giardino, dovresti controllare attentamente se questi insetti rappresentano davvero una minaccia. Poiché i nidi vengono popolati solo una volta ed entro ottobre saranno ormai vuoti (e non saranno riutilizzati la stagione successiva), non è sempre necessario rimuovere un nido di vespe. Tuttavia, se esiste un rischio per la salute giustificato, il nido può essere eliminato utilizzando un prodotto spray adeguato come COMPO Vespe e Calabroni Spray, insetticida spray ideale contro vespe, calabroni e altri insetti volanti; adatto anche per l'eliminazione dei nidi. Ha uno speciale erogatore per colpire fino a 4 metri di distanza e svolge una doppia azione: abbattente e residuale, ossia la sostanza di cui è composto resta attiva per un certo periodo dove è avvenuta l'erogazione del prodotto. Questo permette un'efficacia duratura nel tempo che evita di procedere a ripetuti trattamenti per avere l'effetto desiderato.

L’operazione va fatta al mattino presto o alla sera e a basse temperature, quando le vespe sono dormienti nel nido. I nidi vanno irrorati da una distanza di sicurezza, poi successivamente da vicino. Per garantire che tutte le vespe siano state eliminate, il nido non deve essere rimosso per un giorno o due dopo il trattamento. Attenzione: le vespe possono diventare aggressive quando minacciate. Occorre quindi indossare indumenti protettivi adeguati durante il trattamento, come maglie a maniche lunghe o una giacca con i polsi legati in modo che gli insetti non possano infilarsi nelle maniche, pantaloni lunghi, di tela robusta, scarpe robuste, sciarpa e se possibile l’apposito cappello a rete che protegge volto e collo. Gli indumenti dovrebbero anche essere attillati in modo che gli insetti non volino nelle gambe dei pantaloni per pungere. Se tutto questo ti sembra inquietante, meglio consultare un’azienda di disinfestazione per affidare lo sgradito compito.

In alternativa, un nido di vespe può anche essere trasferito in un luogo dove questi insetti non rappresentano una minaccia. Questa operazione è possibile all'inizio di aprile, poiché in quel momento il nido è ancora molto piccolo e può quindi essere trasportato facilmente. Ma anche se il nido è già più grande, può comunque essere ricollocato. In ogni caso, chiedi aiuto a un professionista, poiché è necessaria un'attrezzatura speciale e le vespe possono anche reagire in modo molto aggressivo.

 

Prodotti per allontanare le vespe

Condividi

compo image

Grandi premi ti aspettano!

Acquista un sacco di terriccio e vinci.

Segui COMPO anche su:

Scopri di più su