Cerca rivenditori
compo image

Termini di ricerca frequenti

Cerca rivenditori
compo image

Ricci in giardino: cosa fare e come prendersene cura

Quando ci sediamo fuori in giardino in una mite sera d'estate, possiamo vederli passare, o sentiamo i loro movimenti tra i cespugli: sono i ricci, piccoli e utili amici del giardiniere, veri alleati per tenere sotto controllo molte avversità delle piante tra cui le lumache e chiocciole, di cui sono ghiotti. Amano vivere tra la vegetazione e le foglie secche, non danno alcun fastidio e sono veramente utili per una corretta gestione sostenibile degli spazi verdi in giardino e nell’orto. Sfortunatamente, le aree sterili e cementate fanno sì che il riccio non trovi più cibo a sufficienza, né una zona in cui acquattarsi in inverno. In questo articolo puoi scoprire come puoi aiutare i ricci in autunno, come creare per loro un ambiente accogliente e perché puoi dar loro da mangiare solo in caso di emergenza.

Perché i ricci in giardino e nell’orto hanno bisogno del nostro aiuto?

Cortili non inverditi, giardini troppo danneggiati da largo impiego di fitofarmaci e troppo “puliti” e perfetti, aree industriali in continua crescita, monocolture, agricoltura convenzionale che lavora con pesticidi e insetticidi, espansione delle strade e, ultimo ma non meno importante, il cambiamento climatico stanno preoccupando i nostri amici spinosi: trovano meno cibo in autunno, nessun riparo adatto per proteggerli dai predatori e, se hanno trovato una tana accogliente per l’inverno, rischiano di essere strappati dal loro indispensabile letargo troppo presto, a causa delle temperature invernali troppo calde (e con il rischio di essere poi danneggiati da gelate tardive. Spesso i ricci non riescono a trovare abbastanza cibo. Attualmente il riccio è una specie protetta dalle leggi italiane, pertanto non si può né cacciare, né detenere in cattività.

8 CONSIGLI UTILI

Come puoi aiutare i ricci in autunno?

L’indispensabile azione di tutela a favore dei ricci che possono frequentare il tuo spazio verde inizia con la creazione di un ambiente adatto. Il modo migliore è quello di gestire il giardino con un approccio naturale, dove lo spinoso e utilissimo animaletto possa trovare una corretta alimentazione e rifugi adatti per nascondersi durante il giorno dalla primavera all’autunno. Inoltre è necessario creare le condizioni affinché possa costruirsi una tana protetta, dove andare in letargo nei mesi freddi. In questi 8 consigli troverai tutti i suggerimenti da mettere subito in pratica, anche se ancora non hai visto ricci nel tuo orto o giardino: sono animaletti schivi e magari non li hai visti. Inoltre, se trovano ambiente adatto arriveranno facilmente!

PRIMO

Lascia entrare i ricci nel tuo spazio verde

I ricci hanno un raggio abbastanza ampio in cui si muovono. Possono coprire cinque chilometri in una sola notte. Pertanto, di solito vagano in diversi giardini in cerca di cibo. Affinché il riccio possa trovare la strada per entrare nel tuo giardino (e uscire di nuovo quando lo desidera), devi lasciare spazi di alcuni centimetri tra la recinzione e il terreno in alcuni punti, in modo che il riccio possa agevolmente scivolare sotto, fuori e dentro

compo image

SECONDO

Scegli di avere piante amiche degli insetti

Pianta un'ampia varietà di piante autoctone che attirano molti insetti diversi: oltre che a tutela della biodiversità, questi insetti servono come cibo delizioso per i ricci. Ricorda: il riccio non è vegetariano, e quindi non devi preoccuparti del tuo orto o della tua frutta! È più probabile che prenda di mira vermi, lombrichi, scarafaggi, bruchi di lepidotteri, ragni e millepiedi. È meglio avere piante con diversi periodi di fioritura, in modo da poter attirare gli insetti dall'inizio della primavera fino all'autunno, quando potrai avere in fiore meraviglie come anemone autunnale, achillea, sedum, girasole, crisantemi, settembrini e altre specie molto amate dagli insetti.

Inoltre, siepi di arbusti robusti e facili come il corniolo, il sorbo, il melo selvatico, il viburno, la il nespolo, la rosa canina, il ligustro e il nocciolo sono ottime piante per i ricci, perché i fitti rami offrono protezione e allo stesso tempo garantiscono una ricca scelta di cibo, poiché sono di interesse per molti insetti.

Scopri come favorire la presenza di api e insetti utili nel tuo spazio verde

TERZO

Un angolo selvaggio per i ricci

Molti insetti, ricci e altri residenti del giardino sono felici se trovano angoli selvaggi con legno morto, foglie ed erbacce. Anche se preferisci un giardino ordinato e ben curato, fuori dal tuo campo visivo - magari in un angolo appartato - lascia semplicemente crescere erbe spontanee, graminacee, muschio e piante autoctone. Piccoli mucchi di foglie secche, sterpaglie e legna secca di piccola dimensione creano meravigliosi luoghi di rifugio per i ricci, dove possono andare in letargo.

riparo riccio

QUARTO

Una casa per il letargo

Se vuoi fare qualcosa di buono per il riccio, puoi mettere alcuni rami e bastoncini sottili, uno sopra l'altro, in un posto tranquillo nel tuo giardino e versarci sopra delle foglie secche. In questo modo avrai creato una tana attrattiva per il suo riposo invernale. In alternativa, puoi acquistare una casa per ricci, la trovi anche sul web e nei buoni negozi di articoli per animali e garden center, oppure puoi costruirla, è facile.

Perché costruire una casa per ricci?

Forse ti starai chiedendo se una casa per ricci sia davvero necessaria e utile. La risposta è che è molto utile offrire ai ricci un nascondiglio invernale, in cui possono ritirarsi e essere protetti dai nemici. Affinché la casa del riccio rappresenti effettivamente un rifugio sicuro, dovresti prestare attenzione a tre punti importanti:

  1. L'ingresso dovrebbe essere largo e alto al massimo 8-10 centimetri. Puoi anche appendere un lembo di tessuto grossolano davanti all'ingresso per impedire ai topi di entrare nella casa del riccio.
  2. Tra l'ingresso e la "camera da letto" dovrebbe esserci un tramezzo con un piccolo passaggio (circa 8-10 centimetri): garantisce che predatori come la faina non riescano ad attaccare il riccio addormentato.
  3. Il riccio ha bisogno di un po' di spazio: circa 30 cm di larghezza e 30 cm di lunghezza per 30 cm di altezza sono le dimensioni che dovrebbe avere una casa per ricci.

Inoltre, dovrai scegliere un posto riparato in cui collocare la casetta del riccio. Coprila con foglie e ramoscelli per creare la massima protezione possibile e una perfetta ombreggiatura, oltre che un ottimo mascheramento nei confronti dei predatori.

 

compo image

QUINTO

Lascia a disposizione una ciotola con acqua

I ricci sono felici se trovano una ciotola con acqua fresca e pulita, soprattutto in estate con temperature calde e quando non piove da molto tempo. La ciotola dovrebbe idealmente essere pulita ogni giorno in modo che i ricci non si infettino a vicenda se uno di loro è malato. Evita di utilizzare altre bevande, come il latte (non lo bevono). I ricci apprezzano i giardini dove ci sono stagni naturali, soprattutto se c’è una zona con acqua molto bassa e con un accesso protetto, per esempio da una siepe o cespugli folti di graminacee, sotto le quali l’animaletto riesce a passare e a trovare tranquillità anche durante il giorno.

SESTO

Attenzione alla piscina!

Se hai una piscina in giardino, una copertura notturna è importante per proteggerli. I ricci possono nuotare solo per brevi momenti e se cadono in una vasca dalla quale non riescono a uscire, il loro destino è segnato.

compo image

SETTIMO

Non utilizzare il robot rasaerba di notte

In estate non bisogna dimenticare che i ricci possono essere feriti dal robot rasaerba, soprattutto quando passa sotto le siepi, sotto le quali potrebbe essersi ritirato un riccio. Se utilizzi il robot rasaerba è meglio lasciarlo lavorare sul prato sotto osservazione durante il giorno. Se ti è possibile cerca di falciare manualmente i bordi del tuo prato in prossimità delle siepi, in modo che non ci siano incidenti con gli animali.

OTTAVO

Niente più grandi lavori di giardinaggio da novembre

Eliminare i cumuli di foglie, tagliare le siepi, rimodellare il giardino, sistemare la legna: tutto questo o si fa prima del riposo invernale o si affronta solo in primavera, per non strappare il riccio dal meritato riposo nei mesi freddi. Poiché questi piccoli animali spinosi vanno in letargo da novembre a marzo, puoi rilassarti per i prossimi cinque mesi e lasciare che il giardino sia un ambiente tranquillo!

riccio

Ricci avvistati in autunno

È possibile che anche nel tardo autunno o all'inizio dell'inverno ci siano ricci che si aggirano ancora nel tuo giardino. Questo può accadere, ad esempio, se il riccio è stato sorpreso e disturbato da un rumoroso lavoro di giardinaggio, come l’impiego della motosega.

Come faccio a sapere se il riccio ha bisogno di aiuto?

Può capitare di trovare ricci ammalati o in stato confusionale, oppure feriti, e a volte succede di trovare dei piccoli di riccio senza la mamma che li scorta, spersi e confusi. In questo caso devi portare l’animale immediatamente al Centro Recupero Animali Selvatici più vicino. Prima lo porti, più probabilità ci sono di salvarlo. Non tentare di nutrirlo. Eventualmente chiedi subito consiglio al tuo veterinario di fiducia che potrà indirizzarti presso un centro apposito.

compo image

RICCI AFFAMATI IN CERCA DI CIBO

Quando devi dare da mangiare ai ricci?

I giovani animali nati in ritardo, che non hanno ancora raggiunto il peso corporeo richiesto di circa 500-600 grammi, possono ancora cercare cibo in autunno. Se ti imbatti in un riccio apparentemente affamato nel tuo giardino, osservalo per capire se è ancora piccolo; puoi anche semplicemente metterlo sulla bilancia per essere sicuro del suo peso. Per fare ciò, posiziona prima una piccola scatola su una scala stabile. Quindi metti il ​​riccio nella scatola, evitando i movimenti bruschi per disturbarlo il meno possibile. Prima di toccare il riccio, devi assolutamente indossare i guanti! Di solito il riccio si accartoccia e si comporta con molta calma anche se lo prendi in mano per metterlo con molta attenzione nella cassetta e pesarlo.

Tuttavia, il peso corporeo da solo non dice abbastanza sullo stato di salute del riccio. Per avere indicazioni sicure puoi contattare il tuo veterinario o un’associazione che si occupa della piccola fauna selvatica, dove potrai ottenere informazioni da esperti che possono aiutarti con molti suggerimenti utili.

Cosa mangiano i ricci?

I ricci sono animali onnivori che si nutrono prevalentemente di insetti; amano anche il cibo per gatti umido o crocchette. Latte, frutta o avanzi di cibo non sono adatti come cibo per i ricci.

Non mettere fuori il cibo finché non hai visto il riccio e non lasciare la ciotola del cibo incustodita in seguito, per evitare di nutrire visitatori indesiderati come i topi. Disponi il cibo in un largo sottovaso con i bordi bassi o su un’assicella di legno. Dopo che il riccio ha mangiato, riporta immediatamente il resto del cibo in casa e pulisci accuratamente la zona dove avevi messo il cibo. I ricci useranno questo cibo solo come integrazione della loro dieta nei momenti difficili, essendo propensi a cacciare le loro prede naturali.

I ricci sani non hanno bisogno di cibo extra

In natura, i ricci sanno quando il tempo di alimentazione sta volgendo al termine e quando è il momento del letargo. A lungo termine, sopravvivranno solo i ricci che hanno imparato a trovare il proprio cibo. È quindi meglio sostenere la loro presenza con un giardino naturale ricco di insetti e dar loro da mangiare solo in casi eccezionali.

riccio

Attenzione ai topi, sono un pericolo per i ricci!

Proteggere i ricci

Il cibo che lasci disponibile per i ricci è molto amato anche dai topi, che diventano un grosso fastidio, pericoloso anche per i nostri spinosi coinquilini del giardino. A volte i topi mangiano i ricci addormentati in inverno. Pertanto, dovresti assicurarti che nessun altro animale tragga beneficio dal cibo che lasci a disposizione.

Se hai una infestazione di topi, puoi combatterli con le apposite esche da collocare negli specifici contenitori per esche, disposti in modo che siano sollevati da terra: i topi riusciranno ad entrare e i ricci invece, che non sono arrampicatori, resteranno a distanza dal pericolo.

COMPO consiglia

Un angolo selvaggio, qualche foglia sotto le siepi, una bacinella pulita con acqua e tanti fiori sbocciati, ecco come puoi rendere felici i ricci del tuo quartiere!

Condividi

Iscrizione alla newsletter

Restate Informati

Ricevete newsletter e suggerimenti su: giardino, prato, piante, decorazioni e molto altro. Riceverete circa due newsletter al mese.

GRAZIE PER LA TUA REGISTRAZIONE! Riceverai immediatamente un messaggio di conferma via e-mail. Fai clic sul link per confermare la tua registrazione ed avere in omaggio un esclusivo ebook.

Per favore inserisci il tuo indirizzo email. Conferma il tuo consenso spuntando la casella.

compo image

COMPO. Piante meravigliose con semplicità.

Con o senza pollice verde - insieme per una vita più verde.

Segui COMPO anche su:

Scopri di più su COMPO