Cerca rivenditori
compo image

Termini di ricerca frequenti

Cerca rivenditori
compo image

La siepe giusta per ogni giardino

Tipi di siepe da giardino

La siepe rappresenta un po’ il carattere di chi l’ha creata e voluta nel suo giardino! Muro, recinzione o siepe? Per molti proprietari di piccoli e medi spazi verdi, la decisione è chiara: meglio una bella siepe, che non è solo l'alternativa più economica per la protezione della privacy, ma è anche una scelta ecologica in quanto offre rifugio agli uccelli selvatici e alla piccola fauna utile, come i ricci. Ma non tutte le siepi crescono ugualmente bene su ogni terreno, le condizioni di esposizione al sole devono essere seriamente prese in considerazione e con alcune piante da siepe ci vogliono anni prima che siano sufficientemente alte e folte da poter ostacolare gli sguardi indiscreti. Affinché tu possa trovare la pianta da siepe giusta per il tuo giardino, esamina in questo articolo i tipi di siepe più diffusi.

Capire meglio la funzione di una siepe

Proprietà delle piante da siepe

Le siepi, se scelte correttamente, sono molto più durevoli delle normali recinzioni a rete, e meno delicate dei muretti perimetrali, inoltre ti offrono una grande flessibilità: attraverso la scelta delle piante e la loro potatura puoi sagomare e disegnare la tua siepe, rinnovandola ogni pochi anni. Per ottenere una siepe perfetta, prima di piantare occorre prendere in considerazione vari aspetti.

 

  1. Crescita veloce o lenta: non tutte le siepi crescono allo stesso ritmo. Gli alberi e arbusti a crescita rapida crescono fino a 50 cm di altezza all'anno e creano rapidamente uno schermo denso, utile per la privacy. Ma la crescita a velocità record significa anche più lavoro: le siepi a crescita rapida devono essere potate fino a tre-quattro volte a stagione per rimanere in forma. Se non vuoi dedicare molto tempo alla cura della tua siepe, dovresti essere più paziente all'inizio e fare affidamento su una varietà a crescita lenta.
  2. Foglie o aghi: le siepi di conifere hanno un vantaggio imbattibile: crescono così fitte da ridurre anche in modo significativo le raffiche di vento, l’ingresso di polvere dalla strada e il rumore del traffico nel tuo giardino. Grazie alla loro crescita compatta, le siepi di conifere possono essere potate con precisione millimetrica e trasformate in archi e sculture. Tuttavia, alcuni percepiscono questa formidabile densità come cupa e un po’ troppo rigida. Le siepi decidue, che perdono le foglie in autunno, appaiono molto più ariose nel loro stile di crescita e offrono anche un habitat migliore per alcuni tipi di uccelli tra i loro rami.
  3. Ciclo delle stagioni o sempreverde: ecco una scelta un po’ delicata. Una fitta siepe di sempreverdi, infatti, può diventare piuttosto cupa durante i mesi invernali. Ciò è particolarmente problematico quando lo schermo vegetale cresce vicino alla casa e alle finestre. Le foglie delle siepi decidue, invece, cadono in autunno, lasciando spazio ai raggi di sole anche in inverno. Quando vivrai di nuovo pienamente il tuo giardino in primavera, la siepe sarà di nuovo germogliata da tempo.

I criteri più importanti

Varietà popolari di siepi

Tipo di siepeTasso di crescitaPosizioneAltezza massimaSempreverde o decidaPeriodo di piantagione

Faggio e carpino

veloce(40-50 cm all'anno)

Sole e ombra
4 metri
il carpino conserva le foglie secche in inverno

autunno

Tasso

lento (max. 15 cm all'anno)

Sole e ombra

4 metri
sempreverde

primavera

Faslo cipresso (cipresso di Lawson)

medio (30 cm all'anno)
Sole e ombra parziale
4 metri

sempreverde

primavera

Lauroceraso

veloce (40-50 cm all'ano)

Sole e ombra

4 metri
sempreverde

primavera

Ligustro

medio (30 cm all'anno)

Sole

3 metri

sempreverde

autunno

Berberis

lento (15-20 cm all'anno)

Sole

3 metri

sempreverde

autunno

Photinia

medio (20-40 cm all'anno)
Sole e ombra parziale
2 metri

sempreverde

primavera

compo image
Concimi & Cura delle piante

COMPO Concime per Conifere con Guano

Per la concimazione delle vostre siepi potete utilizzare COMPO Concime per conifere con Guano, adatto a tutte le sempreverdi

Vai al prodotto

Qual è il momento migliore per piantare siepi?

Il periodo migliore per piantare le siepi è l'inizio dell'autunno. Il terreno è ancora abbastanza caldo in modo che le piante possano attecchire bene prima dei geli. Nella stagione successiva, ciò si trasforma in un chiaro vantaggio di crescita. Le piante sempreverdi che sono un po’ sensibili al gelo intenso, come lauroceraso, tasso o nespolo comune, possono essere danneggiate durante i mesi invernali. È meglio quindi piantare queste specie in primavera.

Riconoscere e capire diversi tipi di siepe

QUESTO È CIÒ CHE DOVRESTI SAPERE QUANDO SCEGLI LE PIANTE DA SIEPE

compo image

1

Faggio e carpino

Sono specie diverse, ma affini per tipologia e comportamento, adatti per siepi alte e strette; crescono rapidamente ma in modo compatto, perciò in genere è sufficiente una sola potatura annuale. In autunno entrambe le specie, ma il carpino in particolare, tendono a conservare a lungo le foglie secche sui rami; la colorazione autunnale è dorata e splendida, poi si spegne con l’arrivo dell’inverno, ma il fogliame secco offre rifugio agli uccelli selvatici che rimangono in inverno senza migrare al caldo, come merli e passeri; inoltre, la presenza delle foglie conserva le caratteristiche di protezione della privacy. Si tratta di specie atossiche, ideali anche in presenza di bambini, sensibili al ristagno idrico ma resistenti al gelo, al caldo e a periodi di siccità; la potatura è facile. Per ottenere rapidamente uno schermo compatto occorre piantare esemplari alti circa un metro e distanziati di 80-100 cm.

compo image

2

Tasso

Una siepe di tasso è compatta tutto l'anno e, con il suo colore verde scuro, offre lo sfondo perfetto per aiuole di fiori colorati. Cresce abbastanza lentamente, intorno a 15 cm l’anno, ma è estremamente resistente e senza complicazioni. I tassi crescono in ogni tipo di terreno, ma affinché la pianta possa crescere vigorosamente e raggiungere un’età avanzata, è bene preferire terreni umidi e calcarei, anche argillosi. In presenza di terreno e aria molto asciutta sono più sensibili agli attacchi di acari. Il consiglio è di scegliere esemplari di 80-100 cm di altezza collocando tre piante per metro lineare. Anche se la siepe di tasso cresce lentamente, dovresti potarla una volta all'anno. Solo in questo modo il legno si ramificherà bene nella zona inferiore e colmerà gli spazi tra le singole piante. Dopo alcuni anni la pianta inizierà a sviluppare bacche rosse. Sono una prelibatezza per gli uccelli, ma sono una tentazione pericolosa per i bambini perché sia i semi nelle bacche, così come tutte le altre parti della pianta del tasso.

compo image

3

Falso cipresso

Il falso cipresso (cipresso di Lawson, Chamaecyparis) è una delle tante specie che appartengono alla famiglia dei cipressi. Se stai pensando a una siepe fatta di cipressi hai a disposizione un'ampia scelta di colori, che vanno dal giallo al verde chiaro, dal verde scuro al verde-azzurro. Le radici del cipresso vanno in profondità e in pochi anni le piante formano una siepe sempreverde e compatta, ma è facile che gli esemplari perdano la vegetazione nella zona inferiore in carenza di la luce solare. Il falso cipresso è molto diverso dal cipresso toscano (Cupressus sempervirens) e non riesce a tollerare potature eccessive e frequenti. Dovresti usare il tagliasiepi non più di una o due volte l'anno. Assicurati che la siepe sia sempre un po’ più larga dall'alto verso il basso, in modo che i raggi del sole possano arrivare ovunque. Per un giardino con animali domestici e bambini piccoli, il falso cipresso non è la scelta ottimale perché tutte le parti della pianta sono velenose. Difficilmente il falso cipresso vive più di 30 anni in forma di siepe; il cipresso toscano, invece, è spesso plurisecolare!

compo image

4

Lauroceraso

Le foglie del lauroceraso sono insolitamente grandi per una siepe. Di conseguenza, una siepe di lauroceraso non può essere tagliata in modo preciso, ma grazie alla sua velocità di crescita si trasforma in pochi anni in un muro verde di altezza maestosa. La pianta è meravigliosamente semplice: tollera terreni asciutti e compatti, così come il caldo e il gelo intenso. Inoltre, è relativamente poco costoso e, vista la rapida crescita, è sufficiente piantare due giovani piante per metro lineare. La siepe deve essere potata a mano almeno due volte l'anno, perché quando si usa un tagliasiepi elettrico le foglie grandi si sfilacciano e sviluppano bordi marroni. Verso l'inverno la siepe si adorna anche di lucenti bacche nere, che però sono tossiche se ingerite: attenzione ai bambini e ai cani!

compo image

5

Ligustro

Il ligustro è una delle piante da siepe più popolari perché non ha particolari esigenze circa il terreno e le condizioni di luce. Il ligustro cresce rapidamente e se l'inverno non è insolitamente gelido, porta le foglie tutto l'anno. A giugno e luglio la siepe di ligustro si arricchisce di fiori bianchi, in autunno la pianta forma bacche nere particolarmente apprezzate dagli uccelli prima dell'inizio dell'inverno. Nel fitto fogliame gli uccelli selvatici amano fare i nidi e trovare rifugio. Una caratteristica non ottimale è la crescita vigorosa; se la siepe deve rimanere in forma e a una determinata altezza, dovrai usare le cesoie almeno due volte a stagione. La pianta ha bisogno di spazio per crescere bene: calcolare almeno 50-60 cm tra gli esemplari (alti un metro) e anche di più se le piante sono più grandi.

compo image

6

Berberis

Ecco una siepe che offre molti motivi di interesse. Il berberis, noto anche come crespino, esiste in varie tipologie, alcune presentano una splendida fioritura gialla, si formano bacche decorative e il fogliame è disponibile anche in varietà rosa-rossicce o variegate. Si tratta di una pianta molto spinosa che svolge quindi una funzione protettiva contro le intrusioni; non adatta per siepi alte, ma consigliata per chi ha poco tempo perché cresce lentamente e in genere è sufficiente una sola potatura annuale a fine inverno seguita, se occorre, da occasionali spuntature dei nuovi getti per favorire la ramificazione e l’aspetto compatto. Ha bisogno di molto sole per dare il meglio ed è sufficiente prevedere una distanza di piantagione di 40-50 cm. In terreni fertili e ben drenati ha una vita molto lunga e fornisce un effetto estetico apprezzabile in tutte le stagioni.

compo image

7

Photinia

Pianta molto diffusa, perché ha una lunga serie di caratteristiche positive: bel fogliame lucido, nuovi getti primaverili di uno splendido rosso vivo, splendida fioritura bianca se non viene potata troppo, resistenza al caldo e al gelo, tollera anche l’ombra, poco sensibile alle malattie, crescita rapida, nessuna esigenza in fatto di terreno, raggiunge altezze considerevoli. Gli svantaggi: occorre potare a mano per non tagliare il fogliame, danneggiandolo; ci vogliono anni perché gli esemplari siano sufficientemente folti e intrecciati fra loro per creare una cortina verde compatta e impenetrabile. Cresce rapidamente ma più altezza che in larghezza, pertanto è sufficiente prevedere 2-3 esemplari per metro lineare.

Condividi

Iscrizione alla newsletter

Restate Informati

Ricevete newsletter e suggerimenti su: giardino, prato, piante, decorazioni e molto altro. Riceverete circa due newsletter al mese.

GRAZIE PER LA TUA REGISTRAZIONE! Riceverai immediatamente un messaggio di conferma via e-mail. Fai clic sul link per confermare la tua registrazione ed avere in omaggio un esclusivo ebook.

Per favore inserisci il tuo indirizzo email. Conferma il tuo consenso spuntando la casella.

compo image

COMPO. Piante meravigliose con semplicità.

Con o senza pollice verde - insieme per una vita più verde.

Segui COMPO anche su:

Scopri di più su COMPO