Cerca rivenditori
compo image

Termini di ricerca frequenti

Cerca rivenditori
  1. COMPO
  2. COMPOmagazine
  3. Tutto su parassiti e malattie
  4. Ospiti indesiderati
  5. Le lumache (in giardino o nel prato): caratteristiche e rimedi

Scheda informativa

Lumache & Limacce

compo image
compo image
compo image

Caratteristiche

Pianta ospite:
Colture ortofrutticole (lattuga, piante aromatiche, fragola, patata ecc.) e piante floreali e ornamentali (rosa, primula, anthurium, ciclamino, violetta, tagete, gladiolo ecc.)
Sintomi:
Foglie e frutti mangiati, scie di bava
Aspetto:
Corpo molle ricoperto di muco, lunghezza di 3-15 cm a seconda della specie (limacce), presenza di guscio (chiocciole o lumache)

Periodo di infestazioni

Descrizione

Lumache & Limacce

Una presenza sgradita

Forse conosci bene questa situazione… Ti occupi amorevolmente di fiori e ortaggi, e un giorno scopri vistosi buchi nelle foglie. I colpevoli vengono rapidamente identificati, ma come sbarazzarsi di chiocciole (con guscio e limacce (senza guscio)? Ti illustriamo in questo articolo come allontanare definitivamente le lumache dal tuo giardino o terrazzo!

Non tutte le lumache sono uguali!

Quando scopriamo la devastazione avvenuta magari in una sola notte tra i tagete appena piantati o le giovani insalatine messe a dimora da poco, l’rritazione  e la delusione sono inevitabili. Ma attenzione: prima di iniziare a dare la caccia ai colpevoli, è importante distinguere tra lumache dannose e innocue. L'elenco delle specie di lumache che vivono in boschi, campagne e giardini è lungo. Molte di loro non danneggiano le piante dei giardini e degli orti; in effetti, la maggior parte delle specie di lumache si nutre principalmente di materiale vegetale morto e quindi ignora le piante. D'altra parte, le lumache comuni che vivono nei nostri giardini e orti cercano piante vive di cui nutrirsi e sono quindi decisamente problematiche. Alle specie più comuni si sono aggiunte anche nuove ospiti. Le lumache rosse sono un flagello importato dalla California, al seguito di materiale vivaistico, verso la metà degli anni ’80.

Le dimensioni di lumache e chiocciole non sono direttamente correlate con la loro voracità; le piccole chiocciole comuni sono in grado di aggredire in una sola notte un’aiuola di fiori o di ortaggi lasciandoci la sorpresa, la mattina dopo, di trovare solo resti malmessi e afflosciati!

Come riconoscere un'infestazione di lumache?

Le tipiche strisce argentee e le piante bucherellate con foglie e fiori mangiucchiati sono il sintomo più evidente. I frutti interi, i germogli e le foglie vengono spesso rosicchiati, le verdure giovani e soprattutto le insalate verdi sono preferite dalle lumache. Ma anche i fiori sono nel loro menu: tra le piante ornamentali predilette ci sono hosta, calendule, dalie, tagete e molte altre.

Lumache e limacce si riproducono e si diffondono in gran numero quando le condizioni meteorologiche sono adatte. I loro posti di rifugio preferiti sono ovunque ci sia un ambiente umido e abbastanza buio. Dalla fine dell'estate all'autunno amano depositare le loro uova bianco-giallastre in gruppi sotto i sassi, nelle buche del terreno o nelle fioriere, sotto il bordo dei vasi e in anfratti tra le pietre protette dalla vegetazione.

Rimedio

Lotta contro lumache e limacce

I rimedi utili per combattere il problema

Esistono diversi modi per combattere le lumache. La scelta dipende anche dal livello di infestazione.

Il modo più naturale ed ecologico per controllare la presenza di queste nemiche è quello di raccoglierle con pazienza e portarle via dal giardino, trasferendole in qualche zona selvatica. Basta semplicemente raccoglierle in un secchiello, indossando i guanti, e trasferirle ben lontano dalle loro piante preferite; va bene anche il bordo erboso di strade e sentieri o un angolo selvatico non coltivato.

Anche i rimedi casalinghi come le trappole con birra possono aiutare contro queste ospiti indesiderate; la trappola si realizza con facilità utilizzando un contenitore basso, riempito di birra e collocato sul terreno nelle zone infestate e vicino alle loro piante preferite. L'intenso odore di lievito della trappola a base di birra birra attira le lumache, facendole strisciare nel contenitore e annegare. Tuttavia, questo metodo potrebbe comportare il rischio che anche le lumache dei giardini vicini vengano attratte… moltiplicando il problema invece di eliminarlo!

Il sistema più efficace e durevole consiste nell’impiego di un lumachicida. Ne esistono vari tipi, il consiglio è quello di scegliere un prodotto ammesso in agricoltura biologica. Nella gamma COMPO sono disponibilI:

COMPO Bio Lumachicida Fer PFnPE autorizzato anche per le piante commestibili (ortaggi, aromatiche, frutti) oltre che per le piante ornamentali;

• COMPO BIO Antilumache Fer PFnPO è autorizzato solo sulle piante ornamentali e floreali.

Entrambi i prodotti sono esche un'esca lumachicide contenenti una sostanza attiva moderna a cui si associa la tecnologia messa a punto dalla ricerca COMPO.

COMPO Bio Lumachicida Fer è un'esca lumachicida contenente una sostanza attiva moderna a cui si associa la tecnologia messa a punto dalla ricerca COMPO. I granuli sono a base di fosfato ferrico, una sostanza che è naturalmente presente nel suolo; una volta degradato dai microrganismi del terreno, diventa nutrimento per le piante. La notevole resistenza alla pioggia e alle muffe, nonché l'eccellente capacità attrattiva nei confronti delle chiocciole e delle limacce, attirate dal prodotto in modo irresistibile, consente una protezione affidabile e sostenibile di piante ornamentali, frutta e verdura (se è del tipo PFnPE, ossia per Piante Edibili). L'esca mantiene il suo potere attrattivo nei confronti delle lumache indipendentemente dall'umidità.

Una volta consumata l'esca, le lumache cessano di alimentarsi: strisciano nella terra o in un luogo appartato per morire, senza lasciare tracce visibili di secrezioni e odori.

Per ottenere il massimo risultato occorre distribuire il prodotto tra le piante all'inizio dell'infestazione o in presenza dei primi sintomi, meglio se a fine pomeriggio o in prima serata. Non bisogna creare piccoli mucchi o ad anello intorno alle colture: è molto più efficace una distribuzione in modo uniforme sul terreno, non a diretto contatto con le piante. Per le piantine più appetibili alle lumache, come le lattughe, conviene spargere il prodotto al momento del trapianto in aiuola.

Come prevenire le infestazioni di lumache e limacce

Nel giardinaggio biologico, anche se esistono prodotti ammessi, come sopra indicato, la regola base è però la prevenzione. Ecco quindi alcune buone regole da adottare per prevenire il moltiplicarsi di queste sgradite nemiche dei fiori e degli ortaggi.

Lumache e limacce amano l’umidità e infatti le troviamo facilmente topo una pioggia o dopo aver diffusamente irrigato lo spazio verde. Pertanto, creare condizioni asciutte nel giardino può essere utile per contrastare la loro diffusione. Un buon sistema consiste nell’innaffiare con il sistema a goccia nelle immediate vicinanze delle piante, operazione che consente inoltre di risparmiare tempo e acqua.

Le lumache sono anche animali notturni, durante il giorno si proteggono dal sole cocente nascondendosi in zone scure e umide. È quindi meglio annaffiare le piante del giardino e dell’orto nelle ore mattutine: in questo modo il terreno si sarà asciugato di nuovo entro la sera, e questo renderà più difficile lo spostamento delle lumache.

Un certo aiuto viene anche dalla distribuzione di calce agricola intorno alle aiuole o alle parcelle di ortaggi delicati. La calce ha un effetto caustico sulle lumache, ma non si può eccedere con il suo impiego perché aumenta il valore del pH del terreno. Sono utili anche la segatura e la sabbia, quest’ultima si scalda molto e crea quindi un ambiente non gradito ai molluschi, che non cercano di attraversare questo ostacolo.

Va anche considerato che mentre le lumache adulte muoiono in inverno, la loro prole sopravvive nel terreno. Se volete contrastare per tempo la piaga nella stagione primaverile, sarebbe utile individuare le uova ed eliminarle. Ma l’operazione non è semplice, ed è praticabile soprattutto nei vasi in terrazzo, più difficile trovare le uova in giardino o nella terra dell’orto. La vangatura e zappettatura autunnale e a fine inverno aiuta però a danneggiarle o a esporle al gelo, e non va quindi trascurata.

In un giardino naturale, i predatori si prenderanno cura delle lumache da soli. Pertanto, attira nel tuo spazio verde gli alleati utili come ricci, merli e rospi, che svolgeranno un ruolo molto utile nel contrastare la presenza ogni tipo di lumaca.

Un altro modo ovvio, ma spesso non praticato, per prevenire un'infestazione da lumache è preferire la coltivazione di piante a loro non gradite. La maggior parte dei tipi di erba, le graminacee, le felci e le piante con foglie spinose o pelose sono poco appetitose per loro; anche le aromatiche vengono risparmiate, perché il loro intenso aroma non le attira.

In alternativa, puoi proteggere le aiuole con una recinzione antilumache. L'altezza della recinzione renderà impossibile il loro passaggio. In particolare, non possono tollerare il rame: a causa di una reazione chimica, innescata da questo metallo sulla bava di lumaca, la bordura di rame ha un efficace effetto deterrente. Le aiuole rialzate hanno una certa efficacia, ma non è escluso che le lumache riescano pazientemente a percorrere le pareti della tua aiuola arrivando fino alle piante preferite! Inoltre, non credere a chi ti dice che i fondi di caffè hanno una buona efficacia: in realtà non hanno alcun effetto. Meglio quindi adottare i sistemi di prevenzione sopra indicati e tenere a portata di mano il prodotto lumachicida bio che proteggerà il tuo verde ornamentale e il tuo raccolto nell’orto!

Condividi

compo image

Grandi premi ti aspettano!

Acquista un sacco di terriccio e vinci.

Segui COMPO anche su:

Scopri di più su