Cerca rivenditori
compo image

Termini di ricerca frequenti

Cerca rivenditori
cura rose

I migliori consigli per la cura delle rose

La cura delle rose è considerata la regina delle discipline nel giardinaggio - dopo tutto, si tratta proprio della “regina dei fiori”. In effetti, le rose hanno esigenze particolari e richiedono molta attenzione e cura. Ma con alcuni consigli e trucchi imparerete a capire queste dive dei giardini - e con pochi semplici passi potrete renderle bellissime. Vi mostreremo come!

A cosa prestare attenzione quando si acquista una rosa

In commercio sono disponibili molte varianti diverse di rose. Soprattutto in autunno, i vivai vendono rose a radice nuda, senza pane di terra. Queste dovrebbero essere innaffiate e impiantate immediatamente dopo l'acquisto, poiché altrimenti le piante seccherebbero velocemente. Se le condizioni atmosferiche non lo consentono, fino alla messa a dimora, potrete porre le rose in una buca poco profonda e coprire le radici sensibili con il terreno. Nelle rose con pane di terra, le radici sono già circondate di terra. La zolla radicale viene tenuta assieme da un tessuto speciale, una rete di cotone, che dopo la messa a dimora si decompone nel terreno. Si possono anche acquistare rose in vaso o in contenitori. Sono disponibili tutto l'anno e possono essere piantate dalla primavera all'autunno. Il vantaggio è che le radici si sono sviluppate molto bene nel vaso - per cui la crescita della pianta sarà resa molto più semplice.

Piantare rose a radice nuda

A causa delle radici non protette, le rose a radice nuda sono particolarmente sensibili alla disidratazione. Dovrebbero essere piantate subito dopo l'acquisto. Qui vi suggeriamo quali attenzioni prestare.

Per saperne di più
piantare rose

Il momento migliore per piantare le rose

L'inizio dell'autunno è particolarmente adatto per piantare le rose: il terreno è ancora caldo per i mesi estivi appena trascorsi e le giovani piante hanno sufficiente tempo per insinuare le radici nel terreno prima che arrivi l'inverno. Già in primavera, le piante si saranno ben sviluppate e probabilmente avranno una fioritura più intensa delle rose piantate nella prima metà dell’anno. Soprattutto le rose a radice nuda sono perfette per essere piantate in autunno e sono meno costose di quelle con pane di terra o delle piante in contenitori.

L’esposizione ideale per le rose

Perché le rose possano crescere bene, il terreno del giardino dovrebbe essere permeabile, ben ossigenato, profondo e non compatto. In quanto regina delle piante, la rosa preferisce stare tra i suoi simili; l’intreccio di radici di altre piante sono un ostacolo per la sua crescita. L’esposizione ideale è soleggiata, ma senza temperature eccessive. Nel lungo periodo, neppure le varietà più sensibili tollerano luoghi in ombra. Le rose devono stare in posti ariosi e non troppo vicine tra loro - in tal modo le foglie possono asciugare più velocemente dopo la pioggia e saranno meno sensibili alle malattie fungine.

La cura delle rose in vaso o nelle fioriere

Chi possiede un balcone e vuole assolutamente godere dell’incanto offerto dalle rose in fiore, deve saperlo: molte varietà prosperano ottimamente in vaso. Se fornirete una posizione corretta, soleggiata e un vaso adeguato (a forma cilindrica alto almeno 40 cm), la vostra pianta di rose vi delizierà con lussureggianti profusioni di fiori. Le rose sviluppano radici in profondità: più il vaso sarà grande e profondo, meglio staranno. Vi sono però anche varietà che si adattano bene anche nei vasi piccoli.

Piantare le rose in vaso o nelle fioriere

Le rose che crescono in vaso o nelle fioriere hanno altre necessità rispetto a quelle piantate in giardino. Qui trovate tutte le particolarità.

Per saperne di più

Lo svernamento delle rose in vaso o nelle fioriere

L’apparato radicale delle rose non deve gelare in inverno. Le rose nelle fioriere devono pertanto essere adeguatamente protette dal freddo, ad esempio con fogliame, trucioli di legno o pluriball. In alternativa, la pianta può svernare in un luogo al riparo dal gelo ma fresco. Le rose ad alto fusto tollerano meglio le temperature fredde e possono tranquillamente rimanere all’aperto; tronco e chioma, tuttavia, devono essere protetti con tessuto non tessuto o sacchi di iuta. 

rose

Sostanze nutritive e acqua: la giusta cura

Solo le rose piene di vitalità possono sviluppare tutta la loro bellezza. Quindi, prestate attenzione alla “dieta” delle vostre beniamine floreali! Per una crescita vigorosa e colorate fioriture, durante il periodo vegetativo le rose hanno bisogno di sufficienti sostanze nutritive e di una irrigazione in base alla necessità. Nei periodi di siccità, le rose possono essere tranquillamente innaffiate in abbondanza. Annaffiate preferibilmente di rado ma in abbondanza! A causa delle radici profonde, l’acqua deve arrivare anche negli strati più profondi del terreno. Poiché, se bagnate solamente in superficie, la rosa produrrà radici sottili solo in tale zona del terreno, divenendo più sensibile.

Lo sviluppo di fioriture rigogliose richiede molta energia alla pianta. In questa fase, utilizzano molte sostanze nutritive che traggono dal terreno. Con fertilizzazioni regolari, questo equilibrio può essere conservato, facendo in modo che le vostre rose si sviluppino in modo ottimale e mantengano la loro resistenza contro malattie e parassiti. Questo vale soprattutto per le rose in vaso, dal momento che l’apporto di nutrimenti in un vaso è sempre limitato. Nella nostra gamma di prodotti, travate molti fertilizzanti adatti alle necessità delle rose. Per le rose in vaso, ad esempio, è indicato un fertilizzante liquido che può essere semplicemente diluito con l’acqua di irrigazione. Le rose nelle aiuole, invece, potranno beneficiare del nostro fertilizzante a lunga durata che rilascia sostanze nutritive adatte alle esigenze di queste piante per un periodo fino a sei mesi. Un’altra alternativa più organica sarebbe il nostro fertilizzante a lunga durata con lana di pecora, adatto ad un’agricoltura ecologica. 

potare rose

Potatura annuale per una crescita migliore

Per fare in modo che le rose si sviluppino al meglio, dovrebbero essere potate a primavera. Questo stimolerà la crescita, dal momento che con lo spazio lasciato vuoto arrivano più luce e aria alla pianta - condizioni importanti per la formazione di nuovi germogli. Inoltre, dopo la potatura i nuovi fiori non si lasceranno attendere per molto, dato che la rosa avrebbe altrimenti impiegato tutta la sua forza nello sviluppo dei frutti. 

Altre informazioni sulla potatura delle rose
compo image

Speciale rosa

Nel nostro speciale dedicato alle piante, troverete tutti i consigli e i suggerimenti per la giusta cura delle rose.

Per saperne di più

Condividi

Iscrizione alla newsletter

Restate Informati

Ricevete newsletter e suggerimenti su: giardino, prato, piante, decorazioni e molto altro. Riceverete circa due newsletter al mese.

GRAZIE PER LA TUA REGISTRAZIONE! Riceverai immediatamente un messaggio di conferma via e-mail. Fai clic sul link per confermare la tua registrazione ed avere in omaggio due esclusivi ebook.

Per favore inserisci il tuo indirizzo email. Conferma il tuo consenso spuntando la casella.

compo image

COMPO. Piante meravigliose con semplicità.

Con o senza pollice verde - insieme per una vita più verde.

Segui COMPO anche su:

Scopri di più su COMPO